Borsa Milano 130605091408
MERCATI 3 Febbraio Feb 2015 0845 03 febbraio 2015

Borsa, live Piazza Affari e spread del 3 febbraio 2015

Milano chiude positiva: +2,3%. Il listino greco a +11%. Differenziale Btp-Bund in calo a 124 punti.

  • ...

La Borsa di Milano.

Seduta in netto rialzo per Piazza Affari e le Borse europee martedì 3 febbraio. A fine giornata a Milano il Ftse Mib ha fatto segnare +2,7%.
Vola Atene (+11%). Positive anche Parigi e Londra (rispettivamente +1,09% e 1,32% entrambe) e Francoforte (+0,85%). Il rialzo delle quotazioni del greggio e dei metalli spingono i titoli interessati, da Hunting (+9,03%) a Shell (+3,79%), da Tenaris (+4,45%) a Saipem (+3,43%) ed Eni (+2,92%). Bene Bhp (+5,15%) con le previsioni sui consumi di acciaio in Cina, e gli automobistici Fca (+3,58%) e Peugeot (+4,29%). Positivi i futures Usa.
SPREAD IN CALO A 124 PUNTI. Chiusura in calo per lo spread tra il Btp e il Bund tedesco. Il differenziale di rendimento scende a 124 punti base dai 130 del 2 febbraio col tasso sul titolo a 10 anni del Tesoro all'1,58%. Cala anche lo spread della Grecia, a 890 punti base col tasso sul decennale ellenico al 9,25%.
Quest'ultimo dato è legato al fatto che Yanis Varoufakis, ministro delle Finanze del governo Tsipras, ha prospettato un 'doppio swap' per risolvere il nodo del debito ellenico che eviterebbe lo scontro con i creditori e perdite per gli investitori privati.

17.32 - MILANO CHIUDE IN RIALZO A +2,57%. Ottima seduta per Piazza Affari: l'ìndice Ftse Mib ha chiuso in rialzo del 2,57% a 21.011 punti.

16.39 - ATENE VOLA: +11%. Seduta di violento rialzo per la Borsa di Atene, che ha chiuso una giornata euforica con un aumento finale dell'11% recuperando il livello pre-elettorale. Aumenti a due cifre per le banche: National bank of Greece +20%, Pireus e Eurobank +18%, Alpha +14%, lo stesso rialzo dell'Hellenic telecommunications organization.

16.04 - EUROPA BENE CON ATENE, MILANO +2,3%. Dopo l'avvio di Wall street e il dato sugli ordini di fabbrica Usa, le Borse europee si sono ulteriormente rafforzate, con Atene che sale del 10% spinta dal recupero a due cifre delle banche elleniche. L'allentamento della tensione sui bond greci e dei Paesi 'periferici' spinge Madrid (+2,6%) e Milano, che sale del 2,3% con Bpm in rialzo del 5% e Unicredit del 4%. Bene generalmente il settore materie prime ed energia grazie al recupero del petrolio, con Saipem ed Eni in aumento del 3%.

15.34 - WALL STREET APRE POSITIVA. Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,5% a 17.442,79 punti, il Nasdaq avanza dello 0,32% a 4.691,37 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,3% a 2.027 punti

13.39 - MILANO A +2% CON ENI, SAIPEM E FCA. Conferma il rialzo Piazza Affari (Ftse Mib +2,04%) con l'intero paniere dei titoli principali in rialzo ad eccezione di Moncler (-0,75%). Il rimbalzo del petrolio spinge Tenaris (+4,45%), Saipem (+3,14%) ed Eni (+2,98%), mentre le vendite di gennaio sostengono Fca (+3,49%). Bene i bancari Unicredit (+3,11%), Mps (+2,7%) e Intesa (+2,03%) in vista dei conti della prossima settimana. Rally di Italcementi (+5,12%) dopo l'acquisizione di attività di Holcim e Lafarge da parte di Crh.

13.38 - GRECIA: TASSI DEI BOND IN CALO. Si raffreddano i tassi sui titoli di Stato della Grecia dopo che Yanis Varoufakis, ministro delle Finanze del governo Tsipras, ha prospettato un 'doppio swap' per risolvere il nodo del debito ellenico che eviterebbe lo scontro con i creditori e perdite per gli investitori privati. Il rendimento del decennale greco è sceso sotto la soglia del 10% al 9,63% e lo spread con il Bund ha ripiegato sotto quota mille a 908 punti base. In pieno rally la Borsa di Atene che arriva a guadagnare il 9%.

13.10 - EUROPA SU DI GIRI, ATENE +8%. Procedono in rialzo le Borse europee a metà seduta, con Atene (+8,68%), Milano e Madrid (+2% entrambe), Parigi e Londra (+1,2% entrambe) e Francoforte (+1,1%). Il rialzo delle quotazioni del greggio e dei metalli spingono i titoli interessati, da Hunting (+9,03%) a Shell (+3,79%), da Tenaris (+4,45%) a Saipem (+3,43%) ed Eni (+2,92%). Bene Bhp (+5,15%) con le previsioni sui consumi di acciaio in Cina, e gli automobistici Fca (+3,58%) e Peugeot (+4,29%). Positivi i futures Usa.

10.29 - PIAZZA AFFARI ACCELERA: +2%. Accelera Piazza Affari dopo oltre un'ora di scambi (Ftse Mib +2% a 20.908 punti). Positivo l'intero paniere dei grandi titoli, tranne Moncler (-0,75%). Corrono in particolare Tenaris (+4,68%), Saipem (+3,55%) ed Eni (+2,78%), spinte, al pari degli altri petroliferi europei, dal rialzo delle quotazioni del greggio sopra 50 dollari al barile. Effetto vendite auto in Italia su Fca (+2,81%), che a gennaio ha fatto meglio del mercato (+11,38%). In evidenzia Unicredit (+3,11%) tra le banche.


9.58 - ATENE IN FORTE RIALZO: +4,5%. Avvio in forte rialzo per la Borsa di Atene. l'indice Bs Ase segna un progresso del 4,76% a 789 punti. Tra i titoli in evidenza si segnalano i bancari National Bank of Greece (+10%), Eurobank (+11,11%), Piraeus (+8,9%) ed Alpha (+9%), insieme al telefonico Hellenic Telecomms (+8,28%). Invariato il produttore di marmi e graniti Kiriakidis

9.37 - PARIGI APRE IN RIALZO: +0,6%. La Borsa di Parigi apre in rialzo: l'indice Cac 40 guadagna lo 0,6% a 4.656,79 punti.

9.29. - FRANCOFORTE POSITIVA IN AVVIO: +0,6%. La Borsa di Francoforte apre positiva: l'indice Dax guadagna lo 0,6% a 10.891,49 punti.

9.20 - MILANO APRE A +1,41%. Borse europee positive con Milano (Ftse Mib +1,41%) in testa seguita da Madrid (+1,16%) dopo il rialzo segnato dalle quotazioni del greggio, per la prima volta dopo diversi giorni sopra la soglia dei 50 dollari a barile. Ne traggono profitto Saipem (+3,85%), Tenaris (+3,04%) ed Eni (+2,25%) sul listini milanese, mentre nel resto d'Europa si evidenziano Seadrill (+7,18%), Petrofac (+3,51%), Statoil (+3,48%), Bp (+3,3%) e Total (+1,81%). Contrastati i futures Usa in attesa di dati macro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso