Economia 3 Febbraio Feb 2015 1750 03 febbraio 2015

Grecia, Bce e Fmi pensano a ritiro da Troika

  • ...

Il Ministro dell'economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan e il Ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis a Roma. E' ottimista il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis in visita a Roma. «Possiamo risolvere la crisi greca da giugno. Possiamo vedere la fine della crisi greca a partire da giugno. Si può fare. A patto che in Europa ci calmiamo tutti. Occorre un accordo ponte che ci dia il tempo, tipo un mese, o sei settimane a partire da fine febbraio per mettere a punto un'intesa, che poi attueremo a partire dal primo giugno. La nostra crisi finirà. Vedrete, se ci sarà l'accordo, quanto velocemente arriveranno i capitali. Dall'Italia ci aspettiamo un approccio razionale. Il vostro caso mostra c'è qualcosa di sbagliato in Eurozona. Dall'Italia cerchiamo segnali di un approccio più razionale nell'ambito dell'Eurozona», ha detto Varoufakis a Roma. «C'E' UNA CRISI DI SISTEMA». «La vostra economia è seria, è produttiva, dal punto di vista culturale, della manifattura, fate quasi tutto e quel che producete lo fate molto bene. Avete amministrato bene l'economia, avete raggiunto quasi un equilibrio di bilancio corrente, il vostro governo vi ha tenuto nei parametri di Maastricht e avete anche un surplus primario. Eppure, nonostante questo, avete un debito insostenibile. Quando succede questo - ha sottolineato Varoufakis - vuol dire che c'è qualcosa di sbagliato nell'architettura dell'Eurozona. Se voi state così, allora la Grecia non ha chance. E' ora di dire che non c'è una crisi greca, italiana o irlandese, ma una crisi sistemica che deve essere affrontata sistematicamente, cosa che l'Europa non ha fatto, ma solo finto di fare», ha concluso. PADOAN: LA CRESCITA DI ATENE E' INTERESSE COMUNE. «I nostri Paesi condividono un interesse comune: siamo convinti dell'importanza che la Grecia si collochi su un sentiero di crescita forte e sostenibile attraverso un chiaro programma di riforme strutturali". Lo afferma il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan al termine dell'incontro con l'omologo greco, Yanis Varoufakis. »L'attenzione alla crescita è prioritaria per la sostenibilità del debito e per creare nuova occupazione e contribuire così a sollevare il popolo greco dal disagio sociale». IL PRIMO MINISTRO GRECO TSIPRAS A COLLOQUIO DA RENZI. L'offensiva diplomatica di Alexis Tsipras e del suo ministro delle Finanze Yanis Varoufakis punta su Roma. Il neo premier greco, che giunge da Cipro, prima tappa del suo tour europeo, arriva per spiegare al presidente del Consiglio Matteo Renzi le proposte greche per superare l'impasse tra Atene e i suoi creditori internazionali sull'esplosivo tema del debito ellenico. Sperando di trovare una sponda nel premier italiano, con il quale condivide una ricetta europea più rivolta allo sviluppo che all'austerità. LA BCE VALUTA L'USCITA DALLA TROIKA. Atene non vuole la Troika e la Bce «sta pensando a un ritiro" dal 'trio' formato da Ue, Eurotower e Fmi. Lo scrive il giornale economico tedesco Handelsblatt che, citando sue fonti, aggiunge: «il dibattito interno è in corso». Per il quotidiano tedesco inoltre anche il Fmi non vede nell'Europa una sua priorità e potrebbe lasciare la task force. Motivo delle riflessioni all'Eurotower - si legge ancora nell'articolo titolato «La fine della Troika" - la circostanza che "se la Bce acquisterà in grande stile titoli di Stato, potrebbe arrivare a un conflitto di interessi». Elemento «messo in chiaro dall'avvocato generale della corte di Giustizia europea. La Bce userà questa chance per un'uscita», continua Hb, citando sul punto fonti del governo tedesco. Intanto, si legge ancora, anche il Fmi "da tempo" ritiene che gli stati europei «non siano affatto una priorità per un'organizzazione di aiuto internazionale. «E dunque oggi, piuttosto che domani, si intende uscire» dall'organo di controllo basato sulle tre istituzioni. «Così - è la conclusione - resta solo la Commissione europea». E se la Troika dovesse sparire, sarebbe questo un "primo successo" di Alexis Tsipras.  Grecia: tassi Bond in calo con nuovo piano Atene su debito  Spread con Bund torna sotto quota 1.000. Rally Borsa Atene, +9%.

Correlati

Potresti esserti perso