Economia 3 Febbraio Feb 2015 1758 03 febbraio 2015

Piazza Affari segna un rialzo del 2,57%

  • ...

Borsa Milano Seduta molto positiva a Piazza Affari, e più in generale su tutte le piazze europee, sulle speranze per un accordo sul debito greco. L'indice FTSE Mib segna un rialzo del 2,57% a 21.011 punti, i massimi di seduta, l'AllShare del 2,43%. Il benchmark FTSEurofirst 300 sale dello 0,72%. Volumi pari a quasi 4 miliardi di euro. BANCARI IN GRANDE SPOLVERO. In gran spolvero le banche, in particolari le popolari, con Pop Milano che sale del 6,86%, il Banco Popolare del 5,52% e Ubi del 6,13%. Il mercato è convinto che al di là dell'approvazione del Dl che prevede la trasformazione in spa, il comparto procederà comunque a fusioni fra le popolari. CORRE MPS: +1,87%. In rialzo anche Mps (+1,87%), dopo diverse sedute in ribasso su attese per un incremento dell'aumento di capitale. Fra le big da segnalare il progresso del 5% di Unicredit. Bene anche il settore oil (+3,4% lo stoxx europeo) sulla scia del rimbalzo del greggio. Secondo un trader "il consolidamento di area 51 dollari al barile potrebbe dare spazi a ulteriori rialzi". Eni guadagna il 3,71%, la controllata Saipem del 3,49%. Strappa Tenaris con un balzo del 5,46%. FCA ACCELERA A +2,6%. Fiat Chrysler sale del 2,64% dopo i dati sull'auto in Italia a gennaio, in rialzo a doppia cifra, con il gruppo che fa meglio del mercato. Telecom Italia prosegue il rally iniziato a metà gennaio (+1,4%) che ha portato le azioni a salire del 20% circa sull'ipotesi che il gruppo si astenesse da iniziative in Brasile, concentrandosi sull'Italia, ma alcuni analisti considerano il titolo arrivato nel breve. Generali sale dell'1%, dopo la riduzione della quota da parte di Cassa Depositi e Prestiti. Atteso un taglio della partecipazione anche da parte di Mediobanca. Debole Moncler che cede lo 0,83% su realizzi dopo i recenti rialzi. Giù anche Luxottica (-1,15%)

Articoli Correlati

Potresti esserti perso