Economia 4 Febbraio Feb 2015 1017 04 febbraio 2015

New York Times, profitti in calo del 9,6% rispetto al 2013

  • ...

Nel quarto trimestre del 2014 i profitti operativi del New York Times sono diminuiti del 9,6% rispetto allo stesso periodo del 2013 a causa di investimenti nel giornalismo digitale e una serie di licenziamenti di forza lavoro che ha comportato il pagamento di una indennità di fine rapporto. Nei tre mesi che hanno chiuso il 2014 New York Times Company – editore dell’omonimo quotidiano – ha visto utili per 34,8 milioni di dollari in calo da 65,6 milioni del 2013. In termini di utile per azione il gruppo ha messo a segno 22 centesimi rispetto ai 44 di un anno prima, senza battere le attese del mercato fissate a 24 centesimi. Al netto di voci straordinarie gli utili sono scesi a 26 centesimi da 29 del 2013. Per quanto riguarda il giro d’affari, il New York Times ha visto una crescita dello 0,2% a quota 444,7 milioni di dollari, battendo il consensus fissato a 438 milioni di dollari. A bilanciare il declino delle pubblicità sulla carta stampata (il fatturato pubblicitario è calato del 2,1% a quota 207,6 milioni) sono state le inserzioni sul sito del quotidiano che sono cresciute del 19% negli ultimi tre mesi del 2014, contro il declino del 9,2% di quelle sulla carta. IL GIRO D'AFFARI DELLA PUBBLICITA'. Lo scorso anno i profitti da pubblicità digitali hanno toccato quota 192 milioni, circa il 12% in più del 2013. Il gruppo ha infatti affrontato un anno difficile: le nuove app NYT Now e NYT Opinion non hanno generato i profitti attesi. Inoltre il gruppo ha licenziato 100 giornalisti. Per il 2015 l’amministratore delegato Mark Thompson ha detto che “il gruppo resterà focalizzato sul uso dei nostri unici giornalisti e sul nostro marchio per ampliare e approfondire la nostra audience attraverso una maggiore innovazione sia nel digitale che nella carta”. Per quanto riguarda gli abbonati il Nyt alla fine dell’anno ne aveva 910.000 sul digitale, più 20% rispetto all’anno precedente. Thompson ha annunciato che il gruppo vuole superare il milione quest’anno. (askanews, 3 febbraio 2015).

Correlati

Potresti esserti perso