Eurotower 130905145546
RACCOMANDAZIONI 5 Febbraio Feb 2015 1015 05 febbraio 2015

Bce: Italia, ok a flessibilità. Ma occhio al debito

L'Eurotower: «Sforzo strutturale dimezzato allo 0,25% del Pil».

  • ...

Il simbolo dell'euro davanti all'Eurotower di Francoforte.

A seguito delle nuove linee guida che consentono maggiore flessibilità sui conti pubblici, lo sforzo strutturale richiesto all'Italia «sarebbe dimezzato allo 0,25% del Pil, pur ricordando che il rispetto della regola del debito è un requisito vincolante» del Patto di stabilità. Lo ha sottolineato la Bce nel bollettino mensile.
«LA FLESSIBILITÀ È UN RISCHIO». Attenzione, però, perché le nuove linee guida della Commissione Ue che aumentano la flessibilità sui conti pubblici potrebbero «compromettere la finalità del braccio preventivo del Patto, ossia la costituzione di riserve nei periodi di congiuntura favorevole». L'output gap «costituisce una variabile non osservabile soggetta, nel tempo, ad ampie revisioni».
Nel suo bolletino mensile la Bce ha scritto che «gli indicatori economici e i risultati delle indagini più recenti rimangono coerenti con una moderata espansione dell'economia nell'area dell'euro sul breve periodo, mentre la recente caduta delle quotazioni petrolifere dovrebbe fornire un sostegno alla crescita nel lungo termine».
INFLAZIONE BASSA E NEGATIVA PER SEI MESI. Sulla base delle ultime informazioni disponibili e dei prezzi correnti dei contratti future per il petrolio, l'Eurotower si attende «che l'inflazione armonizzata rimanga molto bassa o negativa nei mesi a venire. L'inflazione dovrebbe aumentare gradualmente nel prosieguo del 2015 e nel 2016».
Le misure di politica monetaria precedenti al quantitative easing annunciato il 22 gennaio «non hanno dato luogo alla generazione di una quantità sufficiente di liquidità».
La Banca centrale ha spiegato i motivi per cui ha introdotto l'acquisto massiccio di titoli, in un quadro in cui «si rendeva necessaria una risposta vigorosa di politica monetaria» per sostenere le aspettative d'inflazione.

Correlati

Potresti esserti perso