Economia 5 Febbraio Feb 2015 1018 05 febbraio 2015

Bnp Paribas, utile quasi azzerato: -96%

  • ...

La sede di Bnp Paribas Utile netto quasi azzerato, a 157 milioni di euro (-96,7%), nel 2014 per il gruppo bancario francese Bnp Paribas, che paga il pesante impatto della sanzione da 8,97 miliardi di dollari inferta dalle autorità americane per la violazione dell'embargo su Iran, Sudan e Cuba. La performance operativa, spiega una nota, è stata "buona", con un risultato operativo in aumento dell'1,6% a 12,642 miliardi di euro, ma sul risultato netto pesano oneri eccezionali da 6 miliardi, di cui 5,75 legati alla multa americana. Il margine d'intermediazione è cresciuto del 2% a 39,168 miliardi di euro. Gli elementi non operativi sono in attivo per 212 milioni, nonostante un ritocco al ribasso di 297 milioni del goodwill su Bnl. Il costo del rischio è in calo del 2,5%, a 3,705 miliardi, nonostante un accantonamento da 100 milioni di euro legato alle incertezze sulla situazione geopolitica a est dell'Europa. I parametri di capitalizzazone del gruppo Bnp Paribas rimangono "solidi", con un common equity tier one al 10,3%, un rapporto di leva al 3,6% e un tasso di copertura della liquidità al 114%. Le riserve di liquidità immediatamente disponibili ammontano a 291 miliardi di euro al 31 dicembre 2014, contro 247 a fine dicembre 2013. Alla luce di questi elementi, nonostante il netto calo dell'utile, il consiglio d'amministrazione proporrà di mantenere il dividendo allo stesso livello dello scorso anno, a 1,5 euro per azione. "Siamo convinti che in Italia il costo del rischio comincerà a calare quest'anno, perché le entrate in default sono già diminuite nel 2014" e perché l'economia dà segni di ripresa, che "dovrebbero ripercuotersi anche sull'attività bancaria",  ha detto Jean-Laurent Bonnafé, l'amministratore delegato del gruppo francese Bnp Paribas, di cui fa parte l'italiana Bnl. Nel 2014, il costo del rischio dell'istituto italiano è aumentato del 16% rispetto all'esercizio precedente, ma ha visto una "stabilizzazione" nell'ultima parte dell'anno.

Correlati

Potresti esserti perso