Varoufakis_Ue
ECONOMIA 6 Febbraio Feb 2015 1323 06 febbraio 2015

Grecia, Eurogruppo fissato per l' 11 febbraio

L'annuncio del presidente Dijsselbloem. Che avverte: «No prestiti ponte al governo di Atene».

  • ...

Il ministro delle Finanze Varoufakis con Dijsselbloem.

Mercoledì 11 febbraio, alla vigilia del vertice Ue, è prevista una riunione straordinaria dell'Eurogruppo sulla Grecia. Lo ha annunciato la portavoce del presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem.
Quest'ultimo ha fatto sapere che i Paesi dell'aerea euro non concederanno alla Grecia un prestito ponte per tenerla a galla mentre il governo del premier Tsipras tenta di rinegoziare i termini di un nuovo accordo finanziario con l'Ue.
DATA LIMITE IL 28 FEBBRAIO. La riunione dei ministri delle Finanze dei 19 Paesi dell'Eurozona sarà nel formato di una cena di lavoro e comincerà alle 17.30. A Bruxelles nessuno fa previsioni sull'esito dell'incontro, ricordando che è comunque prevista, oltre al vertice Ue del giorno dopo, la riunione mensile dell'Eurogruppo il 16. La data limite per trovare un'intesa sui passi futuri resta il 28 febbraio, quando arriva a scadenza il programma di assistenza finanziaria per la Grecia.
SCHAEUBLE: ATENE LAVORI CON LA TROIKA. Sull'argomento è intervenuto il ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schaeuble, secondo cui «la Grecia deve certamente continuare a lavorare con la Troika» di Fmi, Bce e commissione Ue.
EMERGENZA GRECA E RUSSIA TRA I TEMI. Il giorno dopo invece, si riuniscono sempre a Bruxelles i capi di Stato e di Governo dell'Unione. Un vertice fissato per discutere di economia e del futuro dell'Unione monetaria europea. Sull tavolo le relazioni con la Russia e l'emergenza Grecia. Verranno al pettine i nodi emersi nelle ultime ore di tour europeo del nuovo governo ateniese, con il premier Alexis Tsipras e il ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, impegnati a cercare il supporto dei partner europei.
FMI: PRESTITO AD ATENE SOLO CON NUOVO PROGRAMMA. Il Fmi potrebbe rifinanziare il suo prestito alla Grecia. Lo dice il direttore esecutivo del Fmi Carlo Cottarelli, spiegando che «ci sono margini per un rollover, però ci vuole un nuovo programma». Cottarelli spiega che è «prematuro» parlare di un'uscita dalla Troika del Fmi, che «ha espresso la sua disponibilità a parlare con Atene».

Correlati

Potresti esserti perso