Istat 140926111724
DATI 9 Febbraio Feb 2015 1106 09 febbraio 2015

Istat, il Pil pro capite del Sud è la metà del Centro Nord

Oltre metà degli autonomi sotto i 15 mila euro annui. L'Ocse: «Italia in ritardo sulle riforme».

  • ...

La sede dell'Istat.

Una voragine separa i dati delle economie di Nord e Sud Italia.
Secondo l'Istat, che ha diffuso i dati per il 2013, il Mezzogiorno con un Pil pro capite di 17,2 mila euro, ha presentato «un differenziale negativo molto ampio» con il resto del Paese.
Il suo livello è inferiore del 45,8%, quindi quasi dimezzato, rispetto a quello del Centro Nord.
NEL NORD OVEST PIL PER ABITANTE DI 33,5 MILA EURO. Il Pil per abitante nel 2013 è risultato, infatti, pari a 33,5 mila euro nel Nord Ovest, a 31,4 mila euro nel Nord Est e a 29,4 mila euro nel Centro.
Rispetto al 2011, fa notare l'Istat, si è registrata una riduzione in tutte le regioni italiane, con l'eccezione di Bolzano e della Campania.
In particolare, a livello regionale o di provincia autonoma, risulta in testa Bolzano con un Pil per abitante di 39,8 mila euro, seguito da Valle d'Aosta e Lombardia (rispettivamente con 36,8 e 36,3 mila euro).
All'ultimo posto della graduatoria si trova la Calabria con 15,5 mila euro, un valore del 61% più basso rispetto a Bolzano e del 57% sulla Lombardia.
COSTO DEL LAVORO A 31 MILA EURO. In Italia il costo medio del lavoro dipendente, al lordo delle imposte e dei contributi sociali, è di 30.953 euro all'anno.
Il lavoratore, sotto forma di retribuzione netta, ne percepisce poco più della metà (il 53,3%), ovvero 16.498 euro.
L'istituto di statistica italiano ha diffuso gli utlimi dati disponibili relativi al 2012.
UN QUARTO REDDITI SOTTO I 10 MILA EURO. Un quarto dei 'portafogli' degli italiani è sotto i 10 mila euro, mentre meno di 3 su 100 sforano i 70mila.
Secondo l'Istat nel 2012 oltre la metà dei redditi lordi individuali (54%)' è tra 10.001 e 30.000euro annui, il 25,8% è sotto i 10.001 e il 17,6% è tra 30.001 e 70.000. Solo il 2,4% supera i 70.000 euro.
IL 55,6% AUTONOMI SOTTO I 15 MILA EURO ANNUI. Oltre la metà, precisamente il 55,6% dei redditi lordi individuali (al netto dei contributi sociali) da lavoro autonomo è sotto i 15 mila euro annui.
Secondo i dati Istat 2012 il 40,3% è sotto i 40 mila, mentre il 15,3% si colloca tra i 10 e i 15 mila euro annui.

Correlati

Potresti esserti perso