Bpel 140529093730
ECONOMIA 11 Febbraio Feb 2015 1838 11 febbraio 2015

Banca Etruria commissariata da Bankitalia

Il vicepresidente è il padre del ministro Boschi. Lei: «Nessun privilegio». Meloni: «Si dimetta».

  • ...

La sede della Banca popolare dell'Etruria e del Lazio.

La Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio è stata commissariata dalla Banca d'Italia.
Lo si apprende da fonti vicine all'istituto. I commissari nominati sono Riccardo Sora e Antonio Pironti. Sotto il faro della Vigilanza ci sarebbe il patrimonio della banca. Il 7 febbraio il gruppo e le organizzazioni avevano raggiunto un accordo su 410 esuberi.
BRUNETTA: «GOVERNO RIFERISCA SUBITO». Sul caso è intervenuto il capogruppo di Forza Italia alla Camera Renato Brunetta: «Il governo dovrebbe riferire subito in parlamento sul commissariamento di Banca Etruria da parte di Bankitalia, notizie inquietanti che stanno scassando l'opinione pubblica e i mercati».
VICEPRESIDENTE IL PADRE DI BOSCHI. Il vicepresidente dell'istituto di credito è Pier Luigi Boschi, padre del ministro per le Riforme Maria Elena. E subito sono scattate le polemiche, a cui Boschi ha replicato su Twitter: «Il governo su proposta di Banca d'Italia ha commissariato Banca Etruria. Smetteranno di dire che ci sono privilegi?», ha scritto il ministro delle Riforme. Il commissariamento dimostra che la banca non gode di «privilegi», ha fatto notare il ministro: «Dura lex, sed lex», ha scritto.


MELONI: «BOSCHI SI DIMETTA». Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, ha invece chiesto le dimissioni del ministro. «Bankitalia commissaria Banca dell'Etruria e del Lazio e il padre della Boschi. Credo che anche il ministro Boschi dovrebbe dimettersi», ha scritto su Twitter.

Correlati

Potresti esserti perso