Economia 11 Febbraio Feb 2015 1652 11 febbraio 2015

Grecia, la Germania frena sugli aiuti

  • ...

Braccio di ferro tra Grecia e Germania nel giorno dell'Eurogruppo a Bruxelles. Tutti i ministri delle Finanze sono attesi in Belgio, ma Atene e Berlino sembrano ancora lontane e probabilmente servirà il summit del 12 febbraio con i capi di Stato per arrivare ad una vera intesa. LA GRECIA SPINGE PER SOLUZIONE PONTE DI SEI MESI. Intanto la Grecia ha le idee chiare. Il ministro dell'economia Yanis Varoufakis ha intenzione di chiedere una soluzione ponte di sei mesi per il debito, pur conoscendo l'avversione del collega tedesco Schaeuble. Intanto nel corso dell'11 febbraio si sono incontrati il primo ministro greco Alexis Tsipras e il segretario generale dell'Ocse Angel Gurria. Si è trovata un'intesa sul fatto di lavorare insieme per la revisione delle riforme imposte alla Grecia dai creditori. Inoltre un nuovo comitato di riforme dovrebbe lavorare con l'Ocse in una prospettiva di lungo termine.

Angel Gurria e Alexis Tsipras a destra BERLINO FRENA SU ACCORDO. Ma nonostante i passi avanti della Grecia continua la diffidenza tedessca. «Cerchiamo una soluzione. Non ci dobbiamo aspettare che oggi si arrivi a conclusioni definitive. Ora bisogna ascoltare dal governo greco le proposte», ha detto il portavoce del ministro delle Finanze tedesco Martin Jaeger. «Il tempo è limitato», ha aggiunto, «ma non è necessario arrivare oggi a una conclusione». Inoltre Jaeger è stato chiaro: «A proposito della Troika o del memorandum, si può parlare dei concetti ma non cambierà la sostanza dei regolamenti». SPUNTANO AIUTI GRECIA. Ma la Grecia potrebbe avere un'ultima carta per mettere pressione all'Ue: la Russia. Infatti il ministro degli Esteri del Cremlino Serghiei Lavrov ha detto che il Cremlino prenderà in considerazione «la possibilità di concedere aiuti finanziari alla Grecia se tale richiesta arriverà da Atene».

Correlati

Potresti esserti perso