Borsa 130423091505
MERCATI 12 Febbraio Feb 2015 0900 12 febbraio 2015

Borsa, live Piazza Affari e spread del 12 febbraio 2015

I listini europei brindano all'accordo per la tregua in Ucraina. Milano brillante: +2,13%. Balzo di Atene: +6,73%. Differenziale Btp-Bund a 133 punti.

  • ...

La Borsa di Milano in Piazza Affari.

L'accordo sul cessate il fuoco in Ucraina raggiunto a Minsk spinge le Borse europee e Milano è tra le migliori col Ftse Mib che segna un +2,13%. Denaro anche su Atene che avanza del 6,73% con tutto il comparto bancario trainato all'insù dai tre istituti più importanti che guadagnano il 10% circa. Rialzi oltre il punto percentuale anche per Francoforte e Parigi, mentre Londra (+0,15%) è al palo mentre la Banca centrale ha dichiarato che il primo aumento del tasso d'interesse sarà nel 2016.
A Piazza Affari Monte Paschi è entrato in contrattazione in ritardo perdendo inizialmente il 4% a 0,41 euro. Il gruppo, che l'11 febbraio ha annunciato conti in rosso per oltre 5 miliardi e un aumento di capitale maggiore del previsto fino a 3 miliardi, non era riuscito a entrare subito agli scambi per poi guadagnare il 17,5%.
SPREAD A 133 PUNTI. Ha chiuso stabile a 133 punti base lo spread tra il Btp e il Bund tedesco, col rendimento del decennale italiano all'1,64%. Il differenziale della Grecia è sceso a 940 punti base da 990 col tasso al 9,71%.

17.35 - MILANO CHIUDE POSITIVA: +2,13%. Piazza Affari chiude in deciso rialzo. Il Ftse Mib guadagna il 2,13% a 21.002 punti.

17.14 . MPS TORNA NEGLI SCAMBI: +17,5%. Mps, dopo lo stop per eccesso di rialzo, torna agli scambi e strappa nuovamente. Il titolo guadagna il 17,5% a 0,49 euro.

16.55 - ATENE CHIUDE IN FORTE RIALZO: +6,73%. Chiusura in forte rialzo per la Borsa di Atene. L'indice Ase è balzato del 6,73% a 846 punti, con un vero e proprio sprint per i bancari National Bank (+18%), Alpha (+14,75%), Eurobank (+12,75%) e Piraeus (9,97%).

16.34 - MPS STRAPPA CON L'INGRESSO DEL TESORO. Mps strappa in Borsa con l'ingresso del Tesoro che si fa più vicino. Rocca Salimbeni sale dell'8,5% a 0,46 euro.

15.37 - WALL STREET APRE IN RIALZO. Apertura in rialzo per Wall Street col Dow Jones che sale dello 0,12% e il Nasdaq dello 0,62%. In territorio positivo anche l'indice S&P500 che guadagna lo 0,39%.

15.33 - BORSE EUROPEE ANCORA POSITIVE. Le Borse europee confermano l'intonazione positiva in scia all'accordo sul cessate il fuoco in Ucraina e con la seduta brillante di Atene (+3,95%), in attesa dell'Eurogruppo di lunedì 16 febbraio, in cui si spera di raggiungere un compromesso. L'indice d'area Stoxx 600 guadagna tre quarti di punto con banche, materie prime e, soprattutto, auto. A Parigi (+1,17%) vola con Renault (+9,7%) dopo i conti mentre a Milano (+2,2%) corre Fca (+4,37%) con Marchionne che ha rilanciato il tema di una fusione.

13.17 - EUROPA POSITIVA CON LA TREGUA DI MINSK, MILANO A +2%. L'accordo sul cessate il fuoco in Ucraina raggiunto a Minsk spinge le borse europee e Milano è la migliore col Ftse Mib che segna un +2,1%. Denaro anche su Atene che avanza del 5,5% con tutto il comparto bancario trainato all'insù dai tre istituti più importanti che guadagnano il 10% circa. Rialzi oltre il punto percentuale anche per Francoforte e Parigi, mentre Londra (+0,15%) è al palo mentre la Banca centrale ha dichiarato che il primo aumento del tasso d'interesse sarà nel 2016.

11.42 - IL TESORO FA IL PIENO ALL'ASTA DEI BOT. Il Tesoro ha venduto 2,5 miliardi del Bpt triennale gennaio 2018, a un tasso sceso al minimo record dello 0,44% dallo 0,61% di gennaio. Venduti anche 1,5 miliardi del titolo marzo 2030 (15 anni) al 2,10% (minimo storico) e quattro miliardi dell'aprile 2022 (nuovo sette anni), quest'ultimo a un tasso dell'1,23%.


11.27 - MILANO ACCELERA: +1,9%. Milano parte al galoppo (+1,9%) e distanzia le altre borse europee che pur brindano all'accordo sull'Ucraina, in grado di allentare le tensioni con la Russia. Brilla Buzzi Unicem (+5,86%) insieme al Banco Popolare (+4,55%) e a Fca (+4,04%). In rosso sul listino principale solo Campari (-1%). Bene in generale le banche mentre l'Etruria è sospesa dagli cambi, in attesa di una nota, all'indomani del commissariamento.

10.18 - ATENE ACCELERA: +4%. La Borsa di Atene accelera (+3,9%) con lo scatto in avanti delle principali banche del Paese: la Banca Nazionale della Grecia balza del 12%, quella del Pireo e Alpha Bank del 10%.

9.50 - FRANCOFORTE APRE IN RIALZO: +0,22%. L'indice Dax della Borsa di Francoforte apre in rialzo dello 0,22% a 10.776 punti.



9.50 - PARIGI INVARIATA IN AVVIO. L'indice Cac-40 della Borsa di Parigi apre invariata a a 4.679 punti.

9.50 - ATENE APRE IN LIEVE RIALZO: +0,2%. La Borsa di Atene apre la seduta in lieve rialzo (+0,19%) in scia alla decisione dell'Eurogruppo di aggiornarsi a lunedì prossimo per trovare un accordo sulla situazione della Grecia.

9.32 - LONDRA APRE IN TONO POSITIVO: +0,17%. L'indice Ftse-100 della Borsa di Londra apre in rialzo dello 0,17% a 6.829,65 punti.

9.02 - MILANO APRE IN LIEVA CALO: -0,2%. Avvio fiacco per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna un calo dello 0,20% a 20.500, in difficoltà Mps dopo i conti che non riesce a fare prezzo con un calo teorico del 5,7%. (ANSA).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso