Sisto Forza Italia 150210120026
DIBATTITO 12 Febbraio Feb 2015 1542 12 febbraio 2015

Milleproroghe, in arrivo interventi su minimi e sfratti

Dai relatori Sisto e Marchi modifiche per far scegliere alle partite Iva il regime. Proroga su Equitalia e fuga cervelli.

  • ...

Il forzista Francesco Paolo Sisto.

Sono in arrivo interventi sul regime dei minimi e sugli sfratti.
Ad annunciarlo i relatori del provvedimento, Maino Marchi (Pd) e Francesco Paolo Sisto (Fi), sottolineando che sono ancora in corso approfondimenti su entrambi i temi ma «qualcosa sicuramente faremo».
Sull'Iva dovrebbe arrivare un emendamento del governo.
La proposta di modifica dovrebbe prevedere la proroga per un anno del precedente regime fiscale agevolativo o la possibilità di scelta tra il vecchio sistema e quello introdotto con la legge di Stabilità 2015.
NUOVO QUADRO PENALIZZANTE. L'annuncio è arrivato dopo le aspre polemiche di giovani professionisti, che si sono visti abbassare il tetto del fatturato annuo a 15 mila euro, pena la rinuncia al regme agevolato.
SU SFRATTI MINI PROPROGA. Quanto agli sfratti, secondo quanto si apprende, si starebbe ragionando su una mini-proroga di tre mesi.
SMENTITA DI LUPI. Ma è arrivata immediatamente la replica del minitro delle Infrastrutture Maurizio Lupi che in una nota ha spiegato che non sarà «nessuna proroga o mini-proroga degli sfratti».
Lupi ha precisato che si sta studiando una norma che tuteli i nuclei familiari che rientrano in quei casi di sfratto per fine locazione di particolari categorie di inquilini per passare da un'abitazione all'altra.
Il pacchetto dei relatori, ha riferito sempre Marchi, contiene anche proposte «sui giudici di pace, sulle gare del gas e sulla titolarità delle farmacie», oltre alla riapertura dei termini per accedere alla rateazione delle cartelle Equitalia.
Infatti i relatori stanno dibattendo sulla possibilità di accedere a un nuovo piano di rate per i debiti con Equitalia fino al 31 luglio di quest'anno per chi è decaduto entro fine 2014.
Per il rientro dei cervelli, infine, si pensa a una proroga di due anni degli incentivi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso