Economia 12 Febbraio Feb 2015 1318 12 febbraio 2015

Turismo, la Lombardia gira il mondo

  • ...

Il Duomo di Milano Un accordo per promuovere l’offerta turistica milanese e lombarda durante Expo 2015, ma anche dopo l'evento. Il protocollo d’intesa per promuovere e commercializzare i luoghi in Italia e all’estero il turismo è stato sottoscritto dall'Associazione albergatori Confcommercio Milano (Apam), Assolombarda ed Explora. L'intesa è figlia della consapevolezza che occorre mettere le forze a fattor comune affinché Expo diventi la grande occasione per rafforzare l’attrattività del brand Milano e il ruolo della neonata Città metropolitana tra le principali destinazioni turistiche internazionali. LA STIMA DELL'INDOTTO. I 20 milioni stimati di visitatori per Expo Milano 2015 (fonte GFK Eurisko) potranno, infatti, portare a un incremento di 3,4 milioni di pernottamenti negli hotel con il 38% di chi si recherà nel nostro territorio che pernotterà in media 1,8 notti. E 1,9 milioni di persone dormirà a Milano per Expo. Con questa consapevolezza, in un’ottica di tutela degli operatori e con l’obbiettivo di “mettere il turista al centro” affinché la sua presenza a Milano possa diventare un veicolo di diffusione dell’eccellenza lombarda al termine dei sei mesi di Expo, il protocollo prevede l’impegno a sensibilizzare le imprese associate ad adottare politiche e strategie commerciali in grado di attrarre maggiori flussi turistici e generare una destination reputation positiva.  “L’intesa è stata siglata proprio in occasione della Mobility Conference 2015, che abbiamo organizzato insieme a Camera di Commercio, e la cui seconda giornata è stata dedicata interamente a Expo come centro di attrattività mondiale - afferma Michele Angelo Verna Direttore Generale di Assolombarda – E questo testimonia come la nostra Città sia pervasa da una volontà di lavorare insieme per un obiettivo comune, rilanciare cioè l’immagine di Milano e valorizzare l’intero sistema Paese grazie alla spinta propulsiva di questa grande manifestazione. Infatti, ‘Turismo per Expo’ è uno dei 50 progetti del piano strategico di Assolombarda per far volare Milano”.

Da sinistra Giorgio Rapari (vicepresidente di Confcommercio Milano in rappresentanza di Apam, Associazione albergatori); Josep Ejarque (direttore generale di Explora); Michele Angelo Verna (direttore generale di Assolombarda). UN'INTESA PER EVITARE AUMENTI DEI PREZZI INGIUSTIFICATI. «Questo protocollo d’intesa è un segnale di responsabile attenzione da parte degli albergatori sui temi dell’accoglienza e dei prezzi. Anche di recente abbiamo sentito grida d’allarme per aumenti ingiustificati dei prezzi degli hotel in occasione di Expo – afferma Giorgio Rapari, vicepresidente di Confcommercio Milano che, in rappresentanza di Apam, l’Associazione albergatori della Confcommercio milanese, ha firmato il protocollo – Gli alberghi sono gestiti da imprenditori che hanno ben presente le attuali condizioni di mercato ed il contesto di sviluppo possibile con l’Esposizione Universale. L’obiettivo è quello di massimizzare i flussi di attrattività per tutta la durata di Expo e di pensare anche al dopo Expo che costituirà, per il nostro territorio e le nostre imprese, un importante biglietto da visita». UNA STRATEGA PER EVITARE BAD REPUTATION. «Dobbiamo avere chiaro che il profilo di visitatori di Expo Milano 2015 sono soprattutto le famiglie, non gli uomini d’affari o gli appassionati di sport - spiega  Josep Ejarque, il direttore generale di Explora, tourism board di Expo Milano 2015 - Perciò il pricing non può non tenerne conto anche per evitare l’effetto bad reputation: non bisogna far passare l’idea che Milano sia una città troppo cara e oggi bastano due tweet per scatenare una valanga. Questa firma ha come obiettivo ultimo quello di creare delle strategie commerciali di sensibilizzazione degli albergatori Lombardi e delle politiche comuni che assicurino una crescita significativa di incoming nel territorio».

Correlati

Potresti esserti perso