Borsa Finanziaria 150106072727
MERCATI 16 Febbraio Feb 2015 0900 16 febbraio 2015

Borsa, live Piazza Affari e spread del 16 febbraio 2015

Milano chiude a -0,18%. In rialzo il differenziale Btp-Bund a 133 punti.

  • ...

Seduta altalenante per Piazza Affari lunedì 16 febbraio. Il Ftse Mib ha iniziato le contrattazioni perdendo lo 0,30% a 21.141 punti, per poi cedere lo 0,5% e chiudere a -0,18% a 21.165 punti.
Per la crisi in Libia, Eni ha perso l'1,01%; peggio ha fatto Campari (-1,76%). Bene invece Saipem (+1,01%), preceduta, tra i migliori, da Prysmian (+1,91%) e soprattutto da Mps.
SPREAD A 133 PUNTI. Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco ha chiuso in rialzo a 133 punti, col tasso sul titolo decennale del Tesoro all'1,66%. Il differenziale di rendimento della Grecia è in rialzo a 898 punti base, col rendimento dei titoli ellenici al 9,31%.
ASIA POSITIVA. Avvio di settimana positivo per le borse asiatiche. Si è messa in luce Tokyo (+0,51%), ai massimi degli ultimi sette anni, mentre lo yen si è rafforzato: il Paese, infatti, è uscito dalla recessione come hanno attestato i dati dell'ultimo trimestre, per quanto inferiori alle stime degli analisti.
Hong Kong ha fatto un timido passo avanti (+0,19%) mentre è più decisa la crescita di Shangai (+0,59%).

17.39 - MILANO CHIUDE IN CALO: -0,18%. Piazza Affari ha chiuso in calo. Il Ftse Mib ha segnato un -0,18% a 21.165 punti.

17.17 - EUROPA DEBOLE, MILANO -0,19%. Le Borse europee si avviano ad una chiusura debole. L'indice d'area Stoxx 600 ha ceduto un quarto di punto così come Londra. Deboli Parigi (-0,1%) e Milano (-0,19%). Francoforte e Madrid cedono invece attorno allo 0,40%. A Piazza Affari si confermano la corsa di Mps (+6,19%) e le vendite su Mediaset (-2,36%). Lo spread tra btp e bund viaggia in area 129 punti.

16.51 - ATENE CONFERMA CALO, CEDE 3.83%. La Borsa di Atene si è confermata anche in chiusura in forte calo.
L'indice Bs Ase ha ceduto il 3,83% in attesa dell'esito dell'Eurogruppo relativo al debito del Paese. Giù ancora una volta le banche: Attica perde il 16,8%, National Bank of Greece il 12,4 per cento.

16.02 - MILANO SULLA PARITÀ, BRILLA MPS. Piazza Affari, così come l'Europa, ha proseguito la seduta poco mossa. Il Ftse Mib è continuato ad oscillare sulla parità (+0,02% a 21.208 punti) così come Parigi (+0,03%). Cedenti Londra (-0,22%), Francoforte (-0,2%) e Madrid (-0,1%). Resta pesante Atene (-4,4%) in attesa dell'esito dei negoziati all'Eurogruppo. A Milano in luce Mps (+5,57%), Buzzi (+4,55%) e Telecom (+2,77%). Proseguono invece le vendite su Mediaset (-2,91%). E resta pesante Banzai (-6,07%) nel giorno del debutto.

14.36 - MPS TORNA AGLI SCAMBI E GUADAGNA IL 7,5%. Mps torna agli scambi in Borsa dopo un breve passaggio in asta di volatilità su un allungo che aveva portato il titolo a guadagnare oltre l'8%. La banca senese sale ora del 7,54% a 0,51 euro.

14.24 - MPS VERSO LO STOP. Mps ha allungato il passo in Borsa e va incontro a uno stop. Il titolo, tonico fin dall'avvio in un listino piatto, è sostenuto dalle attese per un'aggregazione, mentre Exane lo giudica troppo a buon mercato per non compararlo e conferma il giudizio outperform. Minor impatto sembra avere l'ipotesi dell'interesse di un gruppo cinese.

13.15 - EUROPA AL PALO IN ATTESA DELL'EUROGRUPPO. Borse europee al palo in attesa dell'Eurogruppo sulla Grecia alle ore 15. A parte Atene (-4,13%), la più debole è Francoforte (-0,3%) mentre Parigi è ferma (-0,02%). In rialzo Madrid (+0,25%) e Milano (+0,2%). Qui corrono Buzzi (+4,3%), Mps (+4,1%) e Telecom (+2,2%) in un comparto in fermento per voci di interesse di Altice (+3,4%) per Bouygues (+3,2%). Sale Saipem (+1,4%) in attesa dei conti, riduce il calo Eni (-0,5%). Vendite su Mediaset (-2,5%) in scia all'alleggerimento di Fininvest.

11.00 - MILANO ANNULLA IL CALO (-0,03%). Milano annulla le perdite (Ftse Mib ( -0,03%) in linea con gli altri listini in attesa dell'Eurogruppo sulla Grecia. Si mette in luce Mps aiutata dal rinnovato giudizio di Exane, che promuove inoltre le popolari in vista anche di una nuova tornata di aggregazioni. Bene anche Cnh (+2,61%) e Fca (+1,26%) così come Telecom (+2%). Scivolano invece ancora Mediaset (-2,86%) e Campari (-1,93%), debole Eni (-1,14%).

10.00 - EUROPA CAUTA PER ATENE. Le Borse europee sono caute tra qualche scetticismo sulla possibilità di un accordo sul rifinanziamento della Grecia all'Eurogruppo in programma a Bruxelles.
Parigi e Madrid restano al palo (-0,05%) mentre Francoforte cede lo 0,18%. Restano intanto contenuti i timori sull'aprirsi di un nuovo fronte di crisi in Libia di cui risentono, ma senza scivoloni, i petroliferi Total (-0,93%) ed Eni (-1,26%). Il Dj stoxx energia cede lo 0,56% ed è tra i peggiori indici settoriali.

9.55 - ATENE IN ROSSO (-4%). Apertura pesante alla borsa di Atene nel giorno dell'Eurogruppo per decidere su finanziamenti al paese più indebitato d'Europa. L'indice Bs Ase cede il 4,14%.

9.35 - MILANO CEDE LO 0,5%. Parte nel segno della debolezza la settimana a Piazza Affari (-0,54%) con i mercati più attenti all'Eurogruppo sulla Grecia che sul precipitare della situazione in Libia. Ne risente comunque Eni (-1,01%) ma fa peggio Campari (-1,76%). Bene invece Saipem (+1,01%), preceduta, tra i migliori, da Prysmian (+1,91%) e soprattutto da Mps (+4,11%) che continua a beneficare del previsto ingresso del Tesoro. Tra i piccoli, dopo un buona partenza, Banzai cede al debutto (-0,44%).

9.30 - LONDRA IN LIEVE RIBASSO (-0,07%). Apertura in lieve flessione per la Borsa di Londra, dove l'indice Ftse100 segna 6.868,40 punti (-0,07%).

9.25 - FRANCOFORTE IN CALO (-0,20%). Apertura in calo per la Borsa di Francoforte, dove l'indice Dax segna una flessione dello 0,20% a 10.941,23 punti.

9.20 - PARIGI POCO MOSSA (-0,03%). Apertura poco mossa per la Borsa di Parigi, dove l'indice Cac40 segna 4.757,80 punti (-0,03%).

Correlati

Potresti esserti perso