Borsa 120704194924
MERCATI FINANZIARI 20 Febbraio Feb 2015 0957 20 febbraio 2015

Borsa: Piazza Affari e spread live del 20 febbraio 2015

Milano in rialzo: +0,24%. Spread stabile a 121 punti. Wall Street record.

  • ...

Un operatore di Borsa.

Chiusura positiva per Piazza Affari nella seduta del 20 febbraio. L'indice Ftse Mib, dopo aver viaggiato in territorio negativo nelle prime battute, ha poi ripreso terreno nel corso della giornata chiudendo in rialzo dello 0,24% a 21.842 punti.
SPREAD STABILE. Stabile lo spread fra Btp e Bund tedesco. Il differenziale ha segnato 121 punti, lo stesso livello della chiusura precedente. Il rendimento espresso è pari a 1,57%.
WALL STREET RECORD. Chiusura su livelli record per Wall Street, sulla scia dell'accordo raggiunto per la Grecia. Il Dow Jones e l'indice S&P500 hanno chiuso ai massimi guadagnando rispettivamente lo 0,86% a 18.140,63 punti e lo 0,61% a 2.110,30 punti. Bene anche il Nasdaq che sale dello 0,63% a 4.995,97 punti.

17.51 - MILANO CHIUDE IN RIALZO: +0,24%. Seduta marginalmente positiva per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,24% a 21.842 punti.

16.38 - ATENE CHIUDE IN LIEVE CALO. Seduta leggermente negativa per la Borsa di Atene, che ha chiuso con l'indice principale in calo dello 0,27% dopo la prima parte della giornata passata in rialzo. In direzioni diverse i gruppi del credito (National bank of Greece +6%, Eurobank -6%) con i titoli di Stato ellenici che hanno concluso le contrattazioni telematiche senza variazioni di rilievo: il bond decennale registra un rendimento del 9,5%, il quinquennale del 13,8%.

16.16 - EUROPA FIACCA, ATENE E MILANO PERDONO MEZZO PUNTO. I mercati azionari europei continuano a viaggiare poco sotto la parità anche dopo l'unico dato macroeconomico rilevante della giornata, quello sul comparto manifatturiero Usa, che ha toccato i 54,3 punti contro i 53,6 attesi. Milano cede lo 0,5%, Londra tiene grazie al recupero delle materie prime, Atene volatile perde mezzo punto percentuale. Positivo qualche titolo bancario ellenico e quello dell'autorità portuale del Pireo, in surplace i titoli di Stato greci, sui quali cala la tensione.

15.37 - WALL STREET APRE IN CALO. Apertura in calo per Wall Street, col Dow Jones che cede lo 0,18%, il Nasdaq lo 0,06% e l'indice S&P500 lo 0,15%. Pesa l'incertezza per l'esito del negoziato sulla Grecia.

14.46 - PIAZZA AFFARI IN CALO A METÀ SEDUTA. La Borsa di Milano si porta in calo al giro di boa di metà seduta, con l'Ftse Mib in flessione dello 0,54%. Sempre in corsa Mps (+5,48%), marcata stretta ora anche da Bper (+2,94%), mentre resta vivace Buzzi (+1,20%). In calo Cnh (-2,16%), con Tenaris (-1,94%) e Generali (-1,63%). Telecom poco mossa (-0,88%) mentre è in corso a Londra la presentazione di conti e piano. Ti Media cede l'1,43%. Sospesa al rialzo con un +14,5% teorico Centrale del Latte di Torino.

12.30 - MILANO CORRE SULLA PARITÀ, BENE MPS. La Borsa di Milano viaggia sulla parità con l'Ftse Mib in rialzo ora dello 0,03%. Corre sempre Mps (+5,12%), seguita da Buzzi (+2,17%), Bper (+1,57%), Saipem (+1,18%) e Snam (+0,79%). Arretrano Tenaris (-1,63%), Exor (-1,09%), Campari (-0,85%), Prysmian (-0,79%). Telecom Italia è passata in positivo (+1,07%). Ti Media cede l'1,52%. Dopo una corsa del 10%, Centrale del Latte di Torino è ora sospesa, sull'annuncio dei piani di integrazione con Firenze.

10.59 - VOLA MPS. Mps ancora sotto i riflettori in borsa dopo il balzo di ieri, con un progresso ora del del 5,3% a 0,58 euro, tra volumi già intensi. In meno di tre ore sono passate di mano 118 milioni di azioni, contro i 250 milioni scambiati ieri, mentre la media giornaliera dell'ultimo mese si attesta a 148 milioni di pezzi trattati. Oggi l'Ad di Axa Frederic de Courtois, socia al 3,7% della banca, ribadisce in un'intervista a Mf che la compagnia è pronta a fare la sua parte nell'aumento di capitale.

10.15 - MILANO VERSO LA PARITÀ. Sono cedenti le Borse europee nelle prime fasi di seduta, in una giornata in attesa di quanto emergerà dall'Eurogruppo sul debito greco. L'indice Euro Stoxx cede lo 0,25%, Londra è in rialzo dello 0,09%, Francoforte e Parigi lasciano lo 0,1%. A Milano l'Ftse Mib cede lo 0,18%, con acquisti sostenuti su Mps (+3,23%), che bilanciano i cali su Tenaris (-2,48%). Telecom invariata. Ti Media cede il 2,38%. Centrale del Latte Torino sale del 9,6% con la proposta di integrazione con Firenze.

10.05 - ATENE IN RIALZO. La Borsa di Atene viaggia in buon rialzo nelle prime battute e in attesa dell'Eurogruppo. L'indice Ase avanza dell'1,37% a 868 punti.

9.50 - MILANO A -0,36%. La Borsa di Milano prosegue in calo frazionale (-0,36% l'indice Ftse Mib). Pesanti Tenaris (-2,63%), Exor (-1,45%) e Yoox (-1,07%). Dopo l'avvio cedente è passata invece in rialzo Telecom Italia (+0,20%). Con Ti Media che lascia il 2,38%. Corre ancora Mps (+3,2%), dopo il balzo già ieri, e tra volumi già intensi (60 milioni in neppure un'ora). Buzzi avanza del 2,25%. Vola Centrale del Latte di Torino (+7,71%), che ha annunciato piani di integrazione con l'omologa società di Firenze.

9.30 - EUROPA IN ROSSO. Apertura in ribasso per la Borsa di Francoforte. L'indice Dax perde lo 0,29% nei primi scambi a 10.970,04 punti.
Territorio negativo per la Borsa di Parigi. L'indice Cac 40 perde lo 0,29% a 4.819,11 punti. Avvio debole per la Borsa di Londra. Nei primi scambi l'indice Ftse 100 segna -0,05% a 6.885,51 punti.

Correlati

Potresti esserti perso