Economia 20 Febbraio Feb 2015 1623 20 febbraio 2015

McCormik compra D&A per 60 milioni

  • ...

Migliora il rapporto deficit Pil Drogheria & Alimentari (DeA), azienda italiana specializzata nel settore delle spezie, entra a far parte del Gruppo McCormik, la catena più importante del mondo di aziende del settore presente nei cinque continenti con un fatturato di 4,5 miliardi di dollari. La famiglia 'Carapelli-Barbagli', dal 1987 proprietaria dell'azienda di Scarperia (Firenze), ha ceduto per circa 60 milioni di euro il settore spezie alla multinazionale quotata alla Borsa di New York. Advisor dell'operazione Kon Group - La Merchant SpA, con il supporto dello studio Miccinesi e Associati. I NUMERI DI D&A. Nel 2014, con 120 dipendenti, la Drogheria & Alimentari ha registrato ricavi netti per circa 60 mln di euro in crescita del 13% rispetto al 2013. Secondo quanto si apprende la gestione dello stabilimento del Mugello resterà in mano all'attuale management e verrà raddoppiato entro il 2015 per rispondere alle esigenze del gruppo statunitense che porterà i prodotti made in Italy in tutti i mercati mondiali. A Francesco Carapelli e Andrea Barbagli resta invece il ramo aziendale che produce sughi e prodotti bio scisso dalla DeA, chiamata anche la 'Ferrari delle spezie', prima dell'accordo con McCormik. Dal 2007 a oggi DeA ha raddoppiato il fatturato e incrementato l'occupazione del 30%. La divisione retail comprende 16 linee di produzione ad alto livello di automazione, con una capacità produttiva che supera i 100 milioni di pezzi all'anno e realizza il 98% delle spezie a marchio per la grande distribuzione con il fondamentale supporto del laboratorio di analisi.

Correlati

Potresti esserti perso