Telecom
RISULTATI 20 Febbraio Feb 2015 0753 20 febbraio 2015

Telecom Italia, crollano i ricavi: -7,8%

Incassati 21.573 milioni nel 2014. In discesa anche il margine operativo lordo. Piano di investimenti 2015-2017 da 14.5 miliardi.

  • ...

Un ripetitore Telecom.

Telecom Italia ha registrato nel 2014 ricavi per 21.573 milioni e in flessione del 7,8% rispetto al 2013. A tassi e perimetro costante il calo è del 5,4%. Il margine operativo lordo (mol) consolidato è di 8.786 milioni, in calo del 7,9%. In termini organici il calo è del 6,8%.
Il flusso di cassa della gestione operativa del gruppo Telecom, spiega la società, è positivo per 3.174 milioni (positivo per 4.803 milioni nel 2013). Il margine di liquidità a fine esercizio è pari a 13,1 miliardi di euro (13,6 miliardi a fine 2013), al netto di 0,1 miliardi relativi alle 'Discontinued Operations', costituito da liquidità per 6,1 miliardi (7,1 miliardi nel dicembre 2013) e linee di credito 'committed' non utilizzate per 7 miliardi (6,5 a fine 2013).
PIANO 2015-2017 DA 14,5 MILIARDI. Nel piano industriale 2015-2017 Telecom prevede 14,5 miliardi di investimenti, suddivisi per 10 miliardi in Italia e per oltre 4 miliardi in Brasile. In Italia 3 miliardi nel triennio saranno destinati allo sviluppo della fibra ottica (+1,1 miliardi dal piano precedente).
RIPRENDE LA PERFORMANCE DOMESTICA.Telecom ha spiegato che i risultati preliminari dell'esercizio 2014 evidenziano la continua ripresa nel corso dell'anno della performance domestica sia sul segmento mobile sia sul segmento fisso. I ricavi da servizi domestici hanno registrato nel quarto trimestre una variazione anno su anno del -4,4%, in recupero di 4,7 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013. In deciso recupero la performance dei ricavi da servizi mobili, con una contrazione anno su anno che passa da -14,3% dell'ultimo trimestre 2013 a -5,7% nel quarto trimestre 2014. Sul segmento fisso, i ricavi da servizi registrano nel quarto trimestre una variazione del -5,3% anno su anno, in recupero dal -7,2% del terzo trimestre e del -8,6% del secondo trimestre.
«LEADERSHIP 4G IN ITALIA». È migliorata la componente componente broadband (i ricavi medi per utente passano a 20,1 euro al mese nel quarto trimestre, dai 19,2 di un anno prima), grazie alla continua crescita dei clienti premium (fibra e fast Adsl). A fine 2014, Telecom Italia segnala di aver coperto circa l'80% della popolazione con tecnologia Lte, raggiungendo con ampio anticipo il target di fine Piano 2014-2016 (80%), ribadendo la leadership 4G in Italia. Il gruppo afferma inoltre di aver confermato il primato anche per la copertura in fibra, con 131 città con la disponibilità del servizio a fine 2014 (pari al 28% della popolazione), in aumento di 93 unità rispetto al 2013
SCENDE L'INDEBITAMENTO. L'azienda ha chiuso l'anno con un indebitamento finanziario netto rettificato pari a 26,651 miliardi, in diminuzione di 156 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, includendo l'impatto di 0,9 miliardi di euro per l'acquisizione dello spettro in Brasile e Argentina.
Senza l'effetto delle nuove frequenze l'indebitamento finanziario netto rettificato si attesterebbe 25,8 miliardi e in miglioramento di circa 1 miliardo.
Telecom punta a ridurre da 3 a 2,5 il rapporto tra indebitamento e Ebitda a fine 2017.
Il gruppo prevede una crescita del margine operativo lordo nel 2017 e conferma l'obiettivo di stabilizzazione del Ebitda domestico nel 2016.

Correlati

Potresti esserti perso