Economia 24 Febbraio Feb 2015 0936 24 febbraio 2015

Grecia, la lettera è arrivata a Bruxelles

  • ...

Alexis Tsipras Dopo annunci e smentite alla fine la lista di riforme chiesta dall'Eurogruppo al governo greco è arrivata ''nella notte, ma in tempo''. Lo comunica la portavoce della direzione generale degli affari economici e monetari della Commissione Ue. Buoni pasto, energia e sanità per i poveri, possibile estensione dello schema pilota di salario minimo: queste le uniche misure per affrontare la crisi umanitaria contenute nella lista di riforme greca. Il Governo specifica che «la lotta alla crisi umanitaria non avrà effetti negativi per il bilancio». BRUXELLES: E' UN BUON PUNTO DI PARTENZA. Per l'Ue la lista di Atene «è sufficientemente completa per essere un valido punto di partenza per una positiva conclusione della revisione del programma, come chiesto dall'Eurogruppo ed è incoraggiata dal forte impegno a combattere evasione fiscale e corruzione». Così fonti Ue: «ulteriori specifiche sono attese prima della fine di aprile». Le fonti indicano che la lista "con un primo elenco di riforme" del governo greco é stata inviata con una lettera del ministro Yanis Varoufakis al presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ed ai rappresentanti di Commissione, Bce e Fmi "attorno a mezzanotte", indicano fonti della Commissione europea. L'invio è stato preceduto da "un costruttivo dialogo" tra le autorità greche e le tre istituzioni "per tutto il weekend". ma - viene sottolineato - «la chiave per una positiva conclusione della 'revisione' del programma sarà la pronta e determinata applicazione di tutti gli impegni di riforma».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso