Gazprom 140318125724
ESTERI 24 Febbraio Feb 2015 1704 24 febbraio 2015

Ucraina, Gazprom: «Rischi per il transito del gas in Europa»

Il colosso russo avverte: «Kiev non non ha effettuato il prepagamento. Entro due giorni chiuderemo i rifornimenti».

  • ...

Gazprom è la più grande compagnia russa ed il maggiore estrattore al mondo di gas naturale.

Ci sono «seri rischi» per il transito del gas russo in Europa visto che Kiev non ha effettuato il prepagamento per le forniture del mese di marzo e questo potrebbe portare a una nuova chiusura dei rubinetti del metano da parte di Mosca. Lo sostiene il numero uno del gigante russo del gas Gazprom, Alexiei Miller, citato dall'agenzia Interfax, precisando che la quantità di metano già pagato di cui dispone Kiev ammonta a soli 219 milioni di metri cubi.
«L'UCRAINA NON HA RISPETTATO L'ACCORDO». «L'Ucraina non ha effettuato il pagamento anticipato concordato in tempo», ha spiegato l'ad di Gazprom, Alexiei Miller. «Restano solo 219 milioni di metri cubi di gas prepagato. Occorrono circa due giorni per trasferire il denaro necessario dal conto di Naftogaz a quello di Gazprom. Pertanto, poiché la quantità ordinata è di 114 milioni di metri cubi, le forniture di gas russo all'Ucraina termineranno tra soli due giorni, il che solleva seri rischi per il transito del gas verso l'Europa», ha aggiunto Miller.

Correlati

Potresti esserti perso