Economia 25 Febbraio Feb 2015 1243 25 febbraio 2015

Export extra Ue: a gennaio -2,4%

  • ...

Le esportazioni verso i Paesi extraeuropei diminuiscono a gennaio del 2,4% rispetto al mese precedente e del 3,5% rispetto a gennaio 2013. E' quanto rileva l'Istat. Sono in calo anche le importazioni (-0,4% su mese e -8,5% su anno). La flessione congiunturale delle vendite è dovuta in particolare all'energia (-18,5%) e ai beni strumentali (-2,7%). Solo l'export di prodotti intermedi (+0,4%) è in lieve espansione. IN CALO L'ENERGIA. Anche sulle importazioni pesa l'energia (-5,8% su mese) e sono in contrazione congiunturale i beni strumentali (-3,2%) e i beni di consumo durevoli (-2,2%). Sono invece in ''crescita considerevole'' (+5,5%) gli acquisti di prodotti intermedi. Pure nel confronto con l'anno precedente, l'energia gioca un ruolo chiave con un calo del 25,2% per l'export e del 35,7% per l'import. IMPORTAZIONI IN ESPANSIONE. Al netto della componente energetica le importazioni sono in ''forte espansione'' (+6,7%) ed è ''particolarmente rilevante'' l'incremento degli acquisti di prodotti intermedi e di beni strumentali (entrambi +7,3%). Quanto ai principali mercati di sbocco per le vendite extra Ue sono in crescita gli Stati Uniti (+24,4%) e in ''marcata contrazione'' la Russia (-36,7%), i paesi Mercosur (-24%), Asean (-12,8%) e Giappone (-12,7%).

Articoli Correlati

Potresti esserti perso