Economia 25 Febbraio Feb 2015 1754 25 febbraio 2015

Hsbc, Gulliver chiede scusa

  • ...

Stuart Gulliver L'amministratore delegato di Hsbc Stuart Gulliver ha chiesto scusa di fronte ad un commissione del parlamento britannico per "i metodi inaccettabili" utilizzati dalla filiale svizzera, finita al centro di uno scandalo per aver aiutato alcuni dei suoi clienti ad evadere il fisco. Gulliver ha fatto 'mea culpa' a suo nome e a quello del presidente di Hsbc, Douglas Flint, che oggi sono finiti sulla 'graticola' di una commissione' di Westminster. GULLIVER AMMETTE LA MANCANZA DI CONTROLLI. Il ceo del colosso bancario ha rivolto le scuse «ai membri della commissione, ai clienti della banca, agli azionisti, e ai cittadini in generale». Alla domanda su cosa di preciso la banca si scusa il top manager ha risposto: ''la mancanza di controlli e regole'', rispetto alla quale i vertici dell'istituto non si troverebbero oggi a proprio agio qualora si ripetessero gli stessi eventi. Questa mancanza ha ''causato un danno alla fiducia e alla reputazione di Hsbc''.

Correlati

Potresti esserti perso