Borsa Finanziaria 150106072727
MERCATI 2 Marzo Mar 2015 0900 02 marzo 2015

Borsa, Piazza Affari e spread live del 2 marzo 2015

Record Nasdaq che tocca i 5 mila punti: non accadeva dal 2000. Atene e Milano chiudono in calo.

  • ...

Piazza Affari.

Giornata fiacca per Piazza Affari lunedì 2 marzo.
L'indice Ftse Mib ha iniziato gli scambi in rialzo dello 0,25%, ma dopo i dati sulla disoccupazione ha frenato attestandosi a +0,01%, e ha chiuso in negativo. In calo anche le altre Borse europee, da Londra a Parigi e Francoforte.
MILANO CHIUDE A -0,18%. Il listino milanese ha ceduto lo 0,18% a 22.297 punti, con flessioni marcate dei titoli energetici. Eni e Tenaris che hanno perso quasi l'1% (rispettivamente -0,96% e 0,94%). Controcorrente Enel (+0,97%). BALZO CARIGE: +10,23%. Da segnalare l'ottima performance di Carige: +10,23% dopo l'ingresso dei Malacalza nel capitale, con una quota del 10,5% che li rende primi azionisti. Sotto i riflettori anche Ovs, invariata a 4,1 euro, per il suo debutto a Piazza Affari. Al palo invece Rai Way (+0,25%), che sembra aver metabolizzato l'Opas di Mediaset (+0,15%), mentre Ei Towers ha perso l'1,86%.
FCA GUADAGNA IL 2,25%. Chi ha guadagnato invece è stata Fiat Chrysler Automobiles, nel giorno dei dati positivi sulle immatricolazioni e alla vigilia dell'apertura del Salone di Ginevra. Il titolo ha guadagnato il 2,25%, ritornando a quota 14 euro. Bene anche Gtech (+3,5%), maglia rosa del paniere principale, che sembra beneficiare ancora del via libera in Nevada all'operazione Igt. Segni meno infine per il comparto bancario le big Intesa Sanpaolo e UniCredit che hanno lasciato, rispettivamente, l'1,2% e lo 0,34%. Deboli anche Mps (-0,89%) e le popolari: Bper ha perso il 2,71%, il Banco l'1,45% e Bpm lo 0,95%.
CALA LO SPREAD. In ribasso lo spread fra Btp e Bund che torna sotto i 100 punti, soglia sotto la quale era sceso già venerdì 27 febbraio: il differenziale è arrivato a 96 punti base, con rendimento a 1,294% (è la prima volta dall'introduzione dell'euro che scende sotto la soglia dell'1,30%).
POSITIVA L'ASIA. Avvio di settimana positivo per le Borse di Asia e Pacifico dopo la decisione della Banca Centrale Cinese di tagliare i tassi d'interesse. Rialzi per Tokyo (+0,15%), Shanghai (+0,78%), Seul (+0,55%), Sidney (+0,51%) e Hong Kong (+0,16%).

17.31 - MILANO CHIUDE IN RIBASSO. Piazza Affari chiude in calo. Il Ftse Mib ha ceduto lo 0,18% a 22.297 punti.

17.03 - ATENE CHIUDE IN CALO. La Borsa di Atene chiude in ribasso. L'indice Bs Ase ha perso il 2,45%. Il ministro delle Finanze spagnolo Luis de Guindos ha detto che i partner europei starebbero valutando 'un terzo salvataggio' per la Grecia compreso fra i 30 e i 50 miliardi di euro.

16.34 - NASDAQ TOCCA I 5 MILA PUNTI. Record per il Nasdaq che sale e tocca i 5 mila punti per la prima volta dal 2000.

15.41 - WALL STREET APRE POSITIVA. Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale lo 0,15% a 18.162,56 punti, il Nasdaq avanza dello 0,20% a 4.973,45 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,07% a 2.105,70 punti.

14.42 - MILANO PIATTA. Si riporta in parità Piazza Affari dopo oltre 4 ore di scambi (Ftse Mib +0,01% a 22.340 punti), spinta da Stm (+2,64%), che fornirà micro-specchi a Intel. In luce Fca (+2,03%), dopo un report di Mediobanca ed in attesa delle vendite di febbraio in Italia, alla vigilia del Salone di Ginevra. Acquisti su Autogrill (+1,75%), Saipem (+1,74%), Telecom (+1%) e Luxottica (+1%), mentre cede Atlantia (-1,49%) insieme alle popolari Bper (-2,17%), Banco (-1,38%) e Bpm (-0,89%). Giù Atlantia (-1,53%).

12.30 - EUROPA SALE, MILANO A +0,4%. Si mantengono in rialzo le Borse europee da Milano (+0,48%) a Madrid (+0,34%), Francoforte e Londra (+0,3% entrambe). In calo Parigi (-0,22%) e Atene (-1,57%).
Bene gli automobilistici alla vigilia del Salone di Ginevra, in attesa dei dati sulle vendite di febbraio, che, secondo le stime, potrebbero toccare 1,29 milioni di veicoli (+8%), con una prospettiva di chiudere il 2015 a 16,6 milioni. Bene Fca (+2,83%), Volkswagen (+1,31%) e Bmw (+1,24%). A due velocità le banche. Cedono le greche National (-7,46%), Piraeus (-7,22%), Alpha (-4,86%) ed Eurobank (-2,92%), salgono invece la spagnola Bankia (+5,08%), le inglesi Rbs (+2,78%) e Barclys (+2,37%) e la francese Credit Agricole +1,51%). Contrastate in Piazza Affari Unicredit (+0,34%), Mps (-0,89%), deboli le popolari Bper (-2,17%), Banco (-1,45%) e Bpm (-1,07%).

10.51 - MILANO PROSEGUE IL RIALZO (+0,6%). Piazza Affari conferma il rialzo (Ftse Mib +0,63%) dopo i dati sulla disoccupazione, salita al record dal 1977 a fine 2014, ma in calo a fine gennaio. Corrono Ferragamo (+2,65%), Fca (+2,61%) alla vigilia del Salone di Ginevra e dopo un report di Mediobanca, e Telecom (+2,53%). Bene Wdf (+2,16%), giù Atlantia (-0,89%), tiene Rai Way (+0,44%). In luce Carige (+8%) entrata nell'orbita dei Malacalza, debutto in rosso per Oviesse (-1,56%). Contrastate Unicredit (+0,8%) e Bper (-0,8%).

10.30 - EUROPA POSITIVA, MILANO A +0,7%. Borse europee positive a eccezione di Parigi (-0,11%) e Atene (-2,4%), nel giorno in cui vengono comunicati i dati sulla fiducia dei manager acquisti. Milano (+0,77%) guida i rialzi seguita da Madrid (+0,41%), Londra (+0,33%) e Francoforte (+0,29%) dopo i dati sulla fiducia dei manager acquisti (Markit Pmi) in rialzo in Germania e Italia, ma non in Francia e, complessivamente nell'Ue. Positivi i futures Usa in attesa di numerosi dati macro.
Acquisti sulle auto e sulle banche. In particolare, alla vigilia dell'apertura del Salone di Ginevra, salgono Fca (+2%), Volkswagen (+1,53%) e Bmw (+1,02%) nel comparto automobilistico, mentre in campo bancario cedono le greche Piraeus (-7,22%), Alpha (-5,68%), National (-5,22%) ed Eurobank (-5,11%). Acquisti invece su Bankia (+4,24%), Barclays (+1,99%), Rbs (+1,55%).
In Piazza Affari sale Unicredit (+0,93%) e corre Carige (+7,63%), dopo uno stop iniziale a seguito dell'ingresso della famiglia Malacalza, primo azionista con il 10,5%

9.55 - ATENE IN CALO (-0,9%). Avvio di seduta in calo per la Borsa di Atene. L'indice Bs Ase cede lo 0,92% a 867 punti. Deboli i bancari National Bank of Greece (-5,22%), Piraeus (-5,28%) ed Alpha Bank (-4,32%).

9.35 - MILANO SALE A +0,6%. Piazza Affari conferma il rialzo dell'apertura nella prima mezz'ora di scambi. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,61% a a 22.476 punti. Sprint di Gtech (+2,92%) ed Fca (+2,47%), mentre Telecom (+1,88%) riduce il balzo iniziale all'indomani delle smentite di Palazzo Chigi sulle indiscrezioni relative al decreto per la banda ultralarga. Non riesce a fare prezzo Carige (+13% teorico) dopo l'ingresso dei Malacalza diventati primi azionisti con il 10,5% rilevato dalla Fondazione. Giù Eni -0,54%).

9.30 PARIGI IN CALO (-0,1%). Apre gli scambi in territorio negativo la Borsa di Parigi. L'indice Cac 40 cede lo 0,1% a 4.943,63 punti.

9.25 - LONDRA APRE POSITIVA (+0,1%). Apertura positiva per la Borsa di Londra, con l'indice Ftse-100 che sale dello 0,1% a 6.956,57 punti.

9.20 - FRANCOFORTE IN RIALZO (+0,1%). La Borsa di Francoforte apre in rialzo dello 0,1% con l'indice Dax a 11.415,41 punti.

Correlati

Potresti esserti perso