Economia 3 Marzo Mar 2015 1041 03 marzo 2015

Auto, la tecnologia sale a bordo

  • ...

L'auto intelligente Per una volta i software luccicheranno più dei bolidi. Quest’anno al Salone dell’auto di Ginevra sarà protagonista la tecnologia, tra telecamere intelligenti, sensori, motori meno inquinanti, materiali che sfidano il vento e altri sistemi avanzati di assistenza alla guida. In attesa di un annuncio da parte di Apple sul lancio della sua iCar Titan – Sergio Marchionne ha già fatto sapere che «di sicuro non posso prendere alla leggera qualsiasi mossa di Cupertino nel mondo dell'auto» - Morgan Stanley ha calcolato che già oggi le aziende high tech muovono un giro d’affari di oltre 1,6 miliardi di dollari. Numeri che potrebbero decuplicarsi, visto che entro un decennio i produttori di software potrebbero attirare il 40 per cento dei fondi (ora siamo al 10) necessari per costruire una vettura. Ecco  le novità. BMW, COMFORT PER I BAMBINI Nel 2014 Bmw è stata eletta la regina sul versante delle connected concept car. Anche a Ginevra la casa di Monaco vuole confermare la sua supremazia sulle concorrenti. Al salone viene presentato la nuova app per bambini “myKIDIO”, disponibile a breve sulla Serie 2 Gran Tourer. Pensata proprio per i viaggi lunghi, fornirà ai bambini serie tv, film, audiolibri e giochi audio attraverso tablet e portatili. Come in aereo, saranno “garantiti” ai piccoli viaggiatori anche informazioni sul viaggio (l'orario di arrivo o la temperatura esterna) e sulla meta da raggiungere. OPEL LANCIA ONSTAR IN EUROPA Opel presenta a Ginevra OnStar, sistema di controllo a distanza basato su un hotspot Wi-Fi, già sperimentato in America da Gm e con il quale la casa tedesca offre alla sua clientela servizi di emergenza e mobilità 24 ore al giorno per tutto l'anno. Non poche le nuove applicazioni. In caso di incidente, e con l’attivazione dell’airbag, i sensori mandano un segnale d’aiuto. E lo stesso avviene se c’è un’effrazione. Il Wi-Fi permetterà durante la marcia di collegare sette dispositivi contemporaneamente, consentendo così a tutti i passeggeri di navigare, vedere film in streaming o giocare. In tempo reale poi è possibile avere una diagnostica completa della vettura (pressione degli pneumatici, livello dell'olio…) senza dover andare dal meccanico. LE CARLINGHE DEGLI AEREI SULLE MERCEDES Mercedes mette a disposizione del lusso la tecnologia. Con il suo preparatore personale (la Amg) ha preparato un apposito kit per la S63, il massimo nella S-Class, per non “volare”. Siccome parliamo di un bolide (motore 6.0 litri twin-turbo V12 che può vantare 621 cavalli) è nato il Rocket 900: e tra le migliorie del kit accanto a turbocompressori più grandi e un nuovo impianto di scarico anche un guscio in fibra di carbonio aereo per non farla volare via questo gioiello da 5mila libbre. VOLVO, IL MOTORE CHE CORRE E RISPARMIA Nel 2014 la casa svedese forse è uscita da una crisi durata almeno un decennio. A Ginevra Volvo presenta un nuovo motore Plug in ibrido a doppia propulsione, montato sulla V60. L’obiettivo è quello di garantire le migliori performance a costi contenuti. Il vicepresidente Thomas Müller ha promesso: «Siamo una delle poche case automobilistiche che offrono una vera esperienza di guida, che combina i vantaggi della propulsione elettrica pura, alte prestazioni e grande risparmio di carburante». Rinnovata anche la piattaforma digitale Sensus Connect. Il sistema consente una connettività a 360 gradi basata sostanzialmente sul hot-spot della vettura, sul sistema di navigazione e sulle app scaricate sul dispositivo di lnfotainment offerto con l’auto. UNA 500 TECNOLOGICA Al Salone di Ginevra Sergio Marchionne ha ostentato soprattutto la bellissima Ferrari 488 GTB. Ma gli operatori del settore sono rimasti sorpresi per gli investimenti tecnologi che FiatChrysler ha deciso per il crossover 500X. Nello stand di Gca ha fatto bella mostra di sé la compatta co-sviluppata da Accenture. La società di consulenza ha studiato per la 500X «i servizi Uconnect Live, che includono una serie di utility basate su internet, concepite per aiutare i conducenti a restare concentrati sulla guida». Parliamo di una serie di allerta che scattano quando gli automobilisti sono stanchi o sono costretti a fare lunghi viaggi. Molto spazio poi al sistema di infotainment a bordo dei veicoli, che Accenture ha ideato per Fca e che offre «la fruizione di musica e news, interazioni con i social network, la capacità di controllare lo stile di guida per aiutare a ridurre le emissioni di CO2, e l’accesso ad una gamma di servizi diagnostici».

Correlati

Potresti esserti perso