Economia 6 Marzo Mar 2015 1004 06 marzo 2015

L'Unità torna in edicola ad aprile

  • ...

L'Unità L'Unità torna in edicola ad aprile 2015 con il nuovo editore Guido Veneziani. Quest'ultimo, a capo della cordata con la Piesse del costruttore Massimo Pessina e della Eyu del Pd, ha infatti perfezionato l'accordo sindacale con il Cdr del quotidiano per l'assunzione di 25 giornalisti. Ora riformulerà ai liquidatori l'offerta d'acquisto non più per la sola testata ma per il ramo d'azienda, come ha disposto il Tribunale fallimentare di Roma. Saranno ancora i due liquidatori a valutare l'offerta d'acquisto rivista e a disporre il relativo piano di concordato preventivo da trasmettere poi al Tribunale fallimentare per l'atto finale d'acquisto, su cui saranno chiamati a pronunciarsi i creditori. IL REFERENDUM PASSA CON 44 FAVOREVOLI E 6 NO. Il comunicato del Comitato di redazione de l’Unità diffuso dopo il referendum interno alla redazione spiega che “I giornalisti de l'Unità hanno approvato l´intesa siglata due giorni fa tra cdr, Unità srl del gruppo Veneziani e società Nie in liquidazione con 44 sì, 6 no e 7 astenuti. L’accordo consente la riassunzione di 25 giornalisti oggi in cigs, assicura un reddito minimo, mantiene un radicamento a Roma, garantendo Guido Veneziani Guido Veneziani così la vocazione politica del quotidiano, e in prospettiva offre possibilità di occupazione a coloro che resteranno esclusi dalla selezione iniziale. REDAZIONE RIDIMENSIONATA. Ora il collegio di giudici deve dire ultima parola per l’affitto della testata e Veneziani dovrà svelare chi sarà il direttore per poi aprire i colloqui con tutti i giornalisti per scegliere i 10 articoli “1” a Roma, 6 a Milano (dove sarà la sede centrale) e 9 articoli “2” per collaborazioni continuative. Il piano editoriale non si conosce.

Correlati

Potresti esserti perso