Standard Poor 120821170338
ECONOMIA 9 Marzo Mar 2015 1840 09 marzo 2015

Standard and Poor's: «Un altro anno difficile per le banche italiane»

Il rapporto dell'agenzia di rating sostiene che le prospettive degli istituti di credito «restano deboli per il 2015».

  • ...

La sede dell'agenzia di rating Standard & Poor's.

Le banche italiane devono prepararsi a «un altro anno difficile».
Secondo Standard and Poor's infatti, le prospettive per gli istituti di credito «restano deboli nel 2015» e con la debolezza dell'economia «la qualità degli asset continuerà probabilmente a peggiorare, anche se ci attendiamo che il ritmo del deterioramento rallenti alla fine dell'anno».
«GLI OUTLOOK RESTANO STABILI». Nonostante le prospettive restino difficili, nel rapporto pubblicato il 9 marzo Standard and Poor's precisa tuttavia che «i nostri outlook per la maggior parte delle banche italiane restano stabili perché i rating incorporano già la nostra visione di un probabile impatto delle persistenti difficoltà della situazione economica sul merito di credito delle banche».
«ULTERIORE RISCHIO AL RIBASSO». Tuttavia, l'agenzia di rating si dice convinta che «ci potrebbe essere un ulteriore rischio al ribasso se le condizioni economiche peggiorano in modo significativo e se il governo italiano non riesce ad implementare le riforme strutturali necessarie a ripristinare una crescita di più lungo termine». S&P ha sottolineato in particolare che «i bassi tassi di interesse, le elevate perdite sui crediti, un ampio stock di sofferenze e i bassi livelli di prestiti continueranno probabilmente ad attenuare i profitti delle banche, anche se la performance varia in modo significativo tra i differenti istituti».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso