Economia 10 Marzo Mar 2015 1906 10 marzo 2015

Piazza Affari chiude negativa -0,97%

  • ...

Piazza Affari Dopo la buona performance di ieri innescata dall'avvio del QE della Bce, Piazza Affari tira il fiato e termina la seduta con segno negativo, pur sopra i minimi di seduta, anche a causa della debolezza degli energetici.  Pesano l'incertezza sulla questione Grecia e dati macro cinesi sotto le attese. Negli Usa, inoltre, si scommette su un rialzo dei tassi della Fed più rapido e ciò spiega i massimi pluriennali dei dollaro contro euro e yen. L'indice FTSE Mib ha perso lo 0,97%, l'Allshare lo 0,89%. Londra ha sofferto particolarmente la debolezza di Prudential, sull'addio del Ceo approdato a Credit Suisse, e degli energetici e ha chiuso in calo di oltre 2%. Deboli anche Francoforte e Parigi. Volumi per 3,39 miliardi di euro. CHN IN CALO. Cnh Industrial cede oltre 3% con volumi superiori alla media. Il broker Jefferies ha dichiarato che i produttori di macchinari agricoli nel Nord America affronteranno un difficile 2015. Titan Machinery, che vende attrezzature Cnh Industrial, ha annunciato la riduzione delle scorte di circa 168 milioni di dollari a causa della debole domanda e farà la stessa cosa nel prossimo esercizio. CORRE CAMPARI Vsulla scia della trimestrale. Ben comprata Finmeccanica anche come effetto indiretto della rinnovata forza del dollaro, secondo un trader. Stesso discorso per Stm che si è vista alzare a 9,5 euro da 7,5 il target price da Citi.  La debolezza del greggio pesa su tutti i titoli del settore come Eni, Tenearis, Saipem e Snam. Bene Astaldi dopo l'annuncio dell'utile 2014 e di un dividendo di 0,20 euro, in crescita rispetto al 2013.  Ben comprata Kinexia dopo l'aggiudicazione di una gara in Albania e sulle indiscrezioni di un deal in Iran, annunciato poi a borsa chiusa.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso