Marco Patuano 140812191559
AZIENDE 19 Marzo Mar 2015 1700 19 marzo 2015

Telecom, dopo tre anni torna l'utile a 1,35 miliardi

Dividendo solo per risparmio a 0,275 euro. L'ad Patuano: «Andamento positivo nel 2015». Lancio bond da 2 miliardi.

  • ...

Marco Patuano.

Telecom è tornata all'utile dopo tre anni.
Il Cda ha approvato il bilancio 2014 che si è chiuso con un risultato netto di 1,35 miliardi di euro (negativo per 674 milioni di euro nel 2013).
DIVIDENDO A 0,275 EURO AD AZIONE. L'ebit di gruppo è di 4,53 miliardi (+67%).
Il Cda, si legge in una nota, ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,275 euro per le azioni risparmio.
BOND DA DUE MILIARDI. L'azienda ha avviato il collocamento di un prestito obbligazionario unsecured equity-linked per un ammontare fino a due miliardi con scadenza marzo 2022.
La conversione del bond da 2 miliardi che si sta collocando presso investitori istituzionali verrà fatta attraverso azioni di nuova emissione.
Subordinatamente al buon esito del collocamento l'agenda dell'assemblea del 20 maggio sarà integrata dalla proposta di aumento di capitale.
FATTURATO DI 21.573 MILIONI. Ricavi e margine operativo lordo erano già stati resi noti con l'esame dei risultati preliminari.
Il Cda, approvando il bilancio ha confermato un fatturato pari a 21.573 milioni di euro (-7,8%) e un ebitda pari a 8.786 milioni di euro (-7,9%).
Gli investimenti industriali nel 2014 sono stati pari a 4.984 milioni di euro.
L'indebitamento finanziario netto rettificato al 31 dicembre 2014 era pari a 26.651 milioni di euro, in diminuzione di 156 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2013 (26.807 milioni di euro).
PATUANO: «ANDAMENTO POSITIVO». L'amministratore delegato Marco Patuano, commentando i conti 2014 e le prospettive 2015 ha spiegato come «l'andamento positivo del business dei primi mesi del 2015, in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati, conferma che Telecom è sulla giusta traiettoria e sta tornando al ruolo che le compete di operatore di primaria importanza nel settore delle telecomunicazioni».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso