Sergio Mattarella 150328231331
PREPARATIVI 28 Marzo Mar 2015 1755 28 marzo 2015

Expo, Mattarella: «Una sfida che non può andare delusa»

Il capo dello Stato: «Grande responsabilità. Mostriamo un volto diverso da quello della corruzione».

  • ...

Sergio Mattarella, presidente della Repubblica.

L'inaugurazione di Expo 2015 è sempre più vicina. Abbiamo «una grande responsabilità» e il compito deve essere esercitato «con il massimo impegno», ha sottolineato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, perchè quella dell'Expo è «una sfida che non può andare delusa».
Per il capo dello Stato con l'Expo l'Italia ha l'occasione di mostrare un nuovo volto, di «disseminare messaggi positivi» come una «pubblica amministrazione in grado di operare con tenacia e trasparenza contro i tentativi di inquinamento e corruttela».
«CORSA PER COMPLETARE I PADIGLIONI». «L'intera Italia guarda ad Expo 2015. Le ultime giornate preparatorie (è storia ricorrente) sono le più affannose. Una corsa per completare i padiglioni e le proposte che ciascun paese intende avanzare», ha sottolineato Mattarella parlando a Firenze.
Il capo dello Stato nel discorso dedicato ad Expo 2015 ha anche parlato della Terra dei Fuochi in Campania, che ha definito «l'emblema del degrado», la rappresentazione di una «drammatica situazione di uno sfruttamento cinico e senza futuro».
BOSCHI: «SIAMO PRONTI». Anche il ministro alle riforme, Maria Elena Boschi, intervenendo all'iniziativa su Expo a Firenze, si è detta fiduciosa: «Sicuramente arriveremo pronti e preparati all'inaugurazione, abbiamo accettato questa sfida, siamo pronti e andremo avanti. Saremo pronti non solo per Milano, ma per il Paese. Sarà un'occasione unica per far conoscere l'Italia».
IL COMMISSARIO: «SARÀ UN EVENTO MEMORABILE». Con Expo «dimostreremo che siamo in grado di fare un evento memorabile», ha detto il commissario di Expo Giuseppe Sala a Firenze. E se qualcosa si sta muovendo anche in Italia per uscire dalla crisi, secondo Sala, un esempio arriva dall'Expo dove «abbiamo avuto anche momenti di difficoltà per la presenza di malintenzionati, ma che oggi grazie anche al lavoro di Cantone, è un esempio di legalità, controllo dei conti, dei costi e rispetto dei tempi».

Correlati

Potresti esserti perso