Moscovici 150119125332
PAESE IN BILICO 30 Marzo Mar 2015 1736 30 marzo 2015

Moscovici: «Grecia rispetti gli impegni, le scadenze sono vicine»

Il commissario Ue: «Negoziati non sono semplici». Tsipras: «Debito da ristrutturare».

  • ...

Il commissario Ue, Pierre Moscovici.

Il caso greco continua a tenere banco in Europa.
E mentre l'Europa insiste sul pressing per la scadenze Atene lavora senza sosta sulla lista di riforme definitiva.
MOSCOVICI: «SCADENZE VICINE». Il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici ha deto che «la Grecia deve rispettare gli impegni presi con i partner».
Secondo il politico francese i negoziati proseguono «giorno e notte ma non sono semplici» e bisogna fare in fretta perché «ci sono scadenze che si avvicinano».
UE: «NON CI SIAMO ANCORA». E il portavoce della commissione Ue ha ribadito che «prosegue il dialogo tra greci e Brussels Group, in modo costruttivo, ma ancora non ci siamo e serve ancora del lavoro aggiuntivo della missione ad Atene».
Secondo la Commissione è un «segnale positivo» che i tecnici siano al lavoro.
TSIPRAS: «DEBITO DA RISTRUTTURARE». Nella serata del 30 marzo il premier Alexis Tsipras è intervenuto in parlamento: «Il debito della Grecia deve essere ristrutturato per far sì che possa essere ripagato».
Il governo greco cerca un «compromesso onorevole» con i partner europei e non capitolerà.
Il leader di Syriza si è detto convinto che il piano di riforme sarà accettato dai creditori internazionali.
ATENE PUNTA SU STRETTA PER EVASIONE. Intanto il Paese ellenico conta di rafforzare le proprie finanze attraverso l'imposta sui trasferimenti di capitali e la lotta all'evasione.
Il dato è emerso da una bozza della lista di riforme presentata ai negoziatori europei, citata da Bloomberg, secondo cui Atene calcola di rastrellare fino a 875 milioni con il «rafforzamento delle attività di audit su una lista di trasferimenti bancari e soggetti offshore».
La bozza di 15 pagine contiene proposte di riforma più dettagliate nel tentativo di sbloccare i prestiti Ue e Fmi.

Correlati

Potresti esserti perso