Economia 30 Marzo Mar 2015 1720 30 marzo 2015

Yoox e Net-A-Porter integrazione vicina

  • ...

Federico Marchetti Nella moda torna l'ipotesi di un'unione tra Yoox e Net-a-Porter, con base a Londra ma di proprietà della svizzera Richemont. In due distinti comunicati le aziende confermano che sono in corso discussioni per una possibile 'business combination' con Net-A-Porter.  La società italiana dice che "si riserva di fornire aggiornamenti al mercato appena possibile". Secondo quanto riferito a Reuters da fonti di settore venerdì scorso, i due retailer di moda online stanno riprovando a discutere di una fusione dopo il fallimento delle trattative più di un anno fa. Nel fine settimana fonti vicine alla situazione hanno sottolineato che Yoox potrebbe annunciare l'acquisizione già questa settimana. Richemont punta a mantenere una quota nella società integrata preservando così la sua esposizione al mercato in forte espansione della moda online. Secondo altre fonti, il gruppo svizzero, che possiede tra l'altro il marchio Cartier, avrebbe già ricevuto nelle ultime settimane offerte informali da almeno quattro società di investimento che valorizzavano la controllata fino a 2,2 miliardi. LA STRATEGIA DI RICHEMONT. Richemont, già ricca di oltre 4 miliardi di euro di cassa nel suo bilancio, sarebbe però restia a vendere in operazioni interamente cash e preferirebbe un partner strategico come Yoox, che le permetterebbe anche di condividere gli investimenti per far crescere la controllata. Net-a-Porter, che dovrebbe andare in utile quest'anno dopo aver stimato ricavi per oltre 700 milioni nel 2014, vale secondo gli analisti tra 1,3 e 1,5 miliardi di euro, sulla base dei multipli di settore. Yoox è in utile e ha una valutazione simile con una capitalizzazione di mercato intorno a 1,32 miliardi.  Il titolo, dopo una lunga pausa in asta di volatilità, è tornato a scambiare e intorno alle 13 sale del 9,2% a 22,98 euro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso