Borsa Finanziaria 150106072727
MERCATI 31 Marzo Mar 2015 0900 31 marzo 2015

Borsa, live Piazza Affari e spread del 31 marzo 2015

Milano chiude a -0,44%. Cala il differenziale Btp-Bund a 106 punti.

  • ...

Piazza Affari.

Seduta negativa per Piazza Affari il 31 marzo. L'indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,44% a 23.157 punti.
Corre in Borsa Yoox dopo l'accordo per una fusione con Net-A-Porter.
CALA LO SPREAD. Lo spread tra Btp e Bund chiude a 106 punti base, in calo dai 110 punti di lunedì 30 marzo. Il rendimento del decennale del Tesoro scende all'1,24%. Il divario tra i decennali di Grecia e Germania si allarga ulteriormente a 1.113 punti base, col tasso all'11,31%.
ASIA INCERTA. Seduta in ordine sparso per le borse asiatiche, con Tokyo e Shanghai in calo dell'1,05% e dello 0,62% e gli altri listini che segnano modesti rialzi, con in testa Seul (+0,78%), dove a Borsa chiusa il governatore della Bank of Korea ha aperto a nuovi stimoli monetari (Hong Kong in progresso dello 0,23%).

17.36 - MILANO CHIUDE IN FLESSIONE: -0,44%. Piazza Affari chiude in calo. Il Ftse Mib cede lo 0,44% a 23.157 punti.

15.45 - MILANO CONFERMA LA FLESSIONE: -0,52%. Piazza Affari, insieme all'Europa, si conferma in deciso calo. Il Ftse Mib cede lo 0,52% con le vendite che piegano Autogrill (-1,75%) e RaiWay (-1,84%). Male anche Fca (-1,3%), Finmeccanica (-0,90%) e le banche con Bpm (-0,9%). Di contro resta in luce Yoox (+10,58%) sull'accordo con Net-A-Porter. Prosegue la sua corsa anche Buzzi (+2,14%) con Fidentiis che alza a buy. Tra le Piazze del Vecchio Continente Londra è la peggiore (-1,5%9). Lo spread è a 108.

12.57 - MILANO -0,5%, YOOX +11,3%. Milano neagtiva a metà seduta (-0,51%), che come le altre Borse europee risente dello stallo sul debito greco. Vanno male le banche, con Bpm (-1,31%) e Mediobanca (-0,94%), Finmeccanica (-1,08%), Campari (-1,07%) e Gtech (-1,01%). Pirelli ha ceduto lo 0,51% in attesa della decisione sul dividendo, Wdf (-0,1%) non rimbalza dopo lo scivolone del 30 marzo. Vola Yoox (+11,35%) sull'accordo con Net-A-Porter. Bene anche Buzzi Unicem (+1,77%) e Ferragamo (+1,2%).

12.15 - PIAZZE EUROPEE DEBOLI. Prosegue all'insegna della debolezza la seduta delle Borse europee, in quello che si prospetta come il miglior primo trimestre dal 1998. Londra (-0,62%) e Milano (-0,59%) guidano i ribassi, con Piazza Affari penalizzata dalla disoccupazione in Italia, salita in controtendenza rispetto all'Eurozona, che resta in deflazione anche a marzo (-0,1%). Non aiutano gli scarsi progressi sulla Grecia: se la borsa di Atene rimbalza (+1,99%) salgono i rendimenti dei titoli di stato ellenici.

10.15 - EUROPA POCO MOSSA. Avvio cauto per le borse europee, che si apprestano a chiudere il miglior primo trimestre dell'anno dal 1998. Milano, Londra e Parigi registrano rialzi tra lo 0,1 e lo 0,2%. Da inizio 2015 Francoforte è salita del 23%, Milano del 22% e Parigi del 19%. I listini attendono i dati sull'inflazione e la disoccupazione nell'Eurozona mentre proseguono le trattative sul debito greco. In Germania il tasso di disoccupazione è sceso al record del 6,4% mentre in Italia è risalito al 12,7%.

9.45 - MILANO CAUTA, VOLA YOOX. Avvio di seduta cauto per Piazza Affari, con il Ftse Mib che si muove attorno alla parità (+0,12%). In luce Yoox, che sale del 10,5% dopo essere stata sospesa per eccesso di rialzo in scia all'accordo con Net-A-Porter, bene Buzzi (+2,44%) con Cnh (+0,86%). Debole Pirelli (-0,39%) in attesa dei conti e della definizione del dividendo, preceduta da Campari (-0,92%) e Fca (-0,78%). In ordine sparso le banche con Mediobanca che cede lo 0,67% e Mps che sale dello 0,57%.

9.30 - PARIGI IN CALO (-0,2%). Avvio in calo per la Borsa di Parigi. L'indice Cac-40 cede lo 0,2% a 5.071,8 punti.

9.25 - LONDRA PIATTA. Partenza piatta alla Borsa di Londra, con l'indice Ftse-100 a 6.888,0 punti.

9.15 - FRANCOFORTE APRE DEBOLE (-0,4%). Apertura debole alla Borsa di Francoforte. L'indice Dax cede lo 0,4% a 12.038,2 punti.

Correlati

Potresti esserti perso