Economia 31 Marzo Mar 2015 1815 31 marzo 2015

Piazza Affari chiude in calo: -0,44%

  • ...

Borsa Milano Dopo la forte partenza di settimana Piazza Affari ritraccia nella seduta odierna, insieme alle altre borse europee, risentendo delle rinnovate tensioni sulla Grecia. Si è chiuso senza esito il primo round del dibattito tra il governo ellenico e i rappresentanti dei creditori internazionali Ue e Fmi. Tuttavia la Grecia resta determinata a raggiungere un accordo con i creditori. L'indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,44%, l'Allshare dello 0,2%, mentre in Europa il benchmark FTSEurofirst 300 arretra dello 0,57%. Volumi sulla piazza milanese a 3,5 miliardi di euro. Il mercato guarda alle possibile integrazioni tra popolari. Un trader segnala indiscrezioni su Pop Milano e Banco Popolare, con la prima che perde terreno perchè un po' sopravvalutata, mentre la seconda sale. Ribassi intorno all'1% per le big Unicredit e SanPaolo.  Yoox balza di oltre il 10% adeguandosi alle valutazioni dell'accordo con Richemont, azionista di controllo di 'Net-a Porter', finalizzato alla fusione tra i due retailer online con un'operazione tutta con carta che darà vita a un big dell'e-commerce del lusso. Buzzi, il cui target price è stata rivisto al rialzo da Citigroup e Kepler Cheuvreux, sale di oltre il 2%. Si stabilizza World Duty Free dopo lo scivolone di ieri sulla delusione del mercato per il prezzo dell'Opa annunciata da Dufry. De' Longhi in ribasso, dopo l'annuncio che il fondo pensionistico olandese APG Asset Management ha rilevato il 5% dal socio di controllo per 150 milioni di euro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso