Economia 31 Marzo Mar 2015 0852 31 marzo 2015

Yoox e Net-A-Porter, siglata la fusione

  • ...

Federico Marchetti Matrimonio tra Yoox e Net-A-Porter. Il sito di e-commerce fondato da Federico Marchetti ha sottoscritto un accordo con Compagnie Finaciere Richemont per una fusione con la controllata francese, principale retailer a livello mondiale di lusso on-line. A comunicarlo è stata una nota congiunta che ha annunciato la nascita di un leader globale indipendente con ricavi aggregati per 1,3 miliardi di euro. INTESA PERFEZIONATA. A seguito della fusione tra Yoox e Net-A-Porter, si è appreso che Richemond deterrà il 50% del capitale del nuovo gruppo che verrà rinominato Yoox Net-A-Porter, continuerà a essere quotato alla Borsa di Milano e manterrà sede in Italia. «Al fine di garantire l'indipendenza del nuovo gruppo», è stato spiegato nella nota, «i diritti di voto esercitabili da Richemont saranno limitati al 25% e Richemont non potrà nominare più di 2 membri del consiglio di amministrazione su un minimo di 12». MARCHETTI RESTA AD. Il cda sarà composto per almeno la metà da amministratori indipendenti. Federico Marchetti, fondatore e amministratore delegato di Yoox, sarà ad mentre Natalie Massenet, fondatrice e presidente esecutivo di Net-A-Porter, ne sarà presidente. Al completamento della fusione verrà promosso un aumento di capitale fino a 200 milioni per finanziare nuove opportunità di crescita e l'integrazione, anche con il fine di favorire l'ingresso di nuovi investitori e mantenere la massima flessibilità finanziaria. BALZO IN BORSA. Ben prima che la notizia fosse ufficiale, già lunedì 30 marzo Piazza Affari aveva già approvato l'intesa per contrastare l'avanzata di Amazon che dopo libri ed elettronica ora ha deciso di puntare sulla moda, tanto che in Borsa il titolo di Yoox era schizzato a +9,96%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso