Stipendio Stipendi Busta 141206142734
OPZIONE 1 Aprile Apr 2015 2323 01 aprile 2015

Tfr, dal 3 aprile si può richiedere in busta paga

Con il sì scelta obbligata fino al 2018. Si chiamerà QuIr, quota integrativa di retribuzione.

  • ...

Una busta paga.

Da venerdì 3 aprile i lavoratori dipendenti potranno chiedere di avere il Tfr maturando in busta paga con quote mensili.
A prevederlo un dcpm che attua le norme della legge di stabilità pubblicato il 19 marzo in Gazzetta Ufficiale.
La quota si chiamerà Qu.I.R., quota integrativa della retribuzione.
CON OK IRREVOCABILITÀ SINO AL 2018. Se si fa la scelta per il Tfr in busta la decisione è irrevocabile fino a fine giugno 2018. Unico requisito per la richiesta è un'anzianità di almeno sei mesi presso lo stesso datore privato.
Le imprese con meno di 50 dipendenti che dovessero registrare problemi nei flussi finanziari necessari a far fronte al maggiore esborso mensile legato alle richieste di erogazione dell'importo altrimenti destinato al trattamento di fine rapporto, potranno accedere a finanziamenti a tasso agevolato.
TASSAZIONE ORDINARIA. L'anticipo sarà assoggettato a tassazione ordinaria (e non, quindi, a quella separata, più favorevole, prevista sulle liquidazioni di fine carriera) ed è probabile che le adesioni saranno limitate.
In particolare l'anticipo dovrebbe essere neutro per i lavoratori con un reddito fino a 15 mila euro mentre dovrebbero subire un aggravio fiscale quelli al di sopra di questa soglia, con un aumento annuale di tasse che, per chi ha 90 mila euro di reddito, arriva a circa 600 euro l'anno.

Correlati

Potresti esserti perso