Pier Carlo Padoan 150307113634
ECONOMIA 9 Aprile Apr 2015 1213 09 aprile 2015

Padoan: «L'Italia può crescere del 2% nel lungo periodo»

Ottimismo del ministro in visita a Singapore. Confermata la vendita di Poste entro fine 2015.

  • ...

Pier Carlo Padoan.

Ottimismo del ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, sulle prospettive di crescita economica per l'Italia: il nostro Paese può «raggiungere una crescita del 2% nel lungo termine», ha detto il ministro in visita a Singapore, dove sta tenendo una public lecture alla Lee Kuan Yew School of Public Policy.
«PER CRESCERE NECESSARIE RIFORME STRUTTURALI». Intervistato da Bloomberg, Padoan ha poi confermato l'intenzione di mettere Poste sul mercato entro la fine del 2015 e il mantenimento della quota pubblica in Eni, per il momento. Su Twitter ha rimarcato la necessità di proseguire sulla strada delle riforme strutturali: «Riforme strutturali per eliminare ostacoli alla crescita. Una visione da condividere, anche a Singapore». Così, in un tweet, il ministro dell'economia Padoan da Singapore 'Raccontare all'Oriente l'Italia di oggi oltre i luoghi comuni valorizza cultura ed economia del nostro paese' si legge in un secondo tweet.
BANKITALIA: CALANO I PRESTITI AL SETTORE PRIVATO. I dati diffusi dalla Banca d'italia sui prestiti delle banche al settore privato, tuttavia, hanno fatto registrare nel mese di febbraio una contrazione su base annua del 2% (-1,8% a gennaio). I prestiti alle famiglie sono calati dello 0,4% (-0,5 nel mese precedente), mentre quelli alle società non finanziarie sono diminuiti del 3% (-2,7% a gennaio).
A crescere è stata, al contrario, la quantità di titoli di Stato accumulata nei portafogli degli istituti di credito: si è passati dai 416 miliardi di gennaio a quota 423 miliardi. Nello stesso periodo del 2014, i titoli di Stato posseduti dalle banche italiane ammontavano a 392 miliardi di euro.

Correlati

Potresti esserti perso