Economia 15 Aprile Apr 2015 1729 15 aprile 2015

Recordati, dividendo proposto: 0,50 euro

  • ...

Giovanni Recordati Positivi i conti di Recordati. Nei primi tre mesi del 2015 l’andamento dei ricavi del gruppo farmaceutico italiano è cresciuto: le vendite nette sono pari a  275,7 milioni di euro, +5,9% rispetto a quelle del primo trimestre dell’anno precedente. L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio 2014 della società redatto in  conformità ai principi contabili IAS/IFRS. Alla stessa è stato presentato il bilancio consolidato del  gruppo, anch’esso redatto in conformità ai principi contabili IAS/IFRS. Nel 2014 i  ricavi consolidati di Recordati sono stati pari a 987,4 milioni (+4,9%), l’utile operativo è stato pari a €  231,0 milioni (+18,2%) e l’utile netto pari a € 161,2 milioni (+20,6%). I ricavi internazionali hanno  rappresentato il 77,8% dei ricavi complessivi. DIVIDENDO PROPOSTO PARI A 0,50 EURO. L’Assemblea degli azionisti ha deliberato su proposta del consiglio di amministrazione la distribuzione agli azionisti di un dividendo pari a 0,24 euro, a saldo dell’acconto sul dividendo dell’esercizio 2014 di 0,26 euro, per ciascuna delle azioni in circolazione alla data di stacco cedola (n. 15), il 20 aprile 2015 (con  pagamento il 22 aprile 2015 e record date il 21 aprile 2015), escluse le azioni proprie in portafoglio a  quella data. Il dividendo complessivo per azione dell’esercizio 2014 ammonta perciò a 0,50 per azione (0,33 euro per azione nel 2013). L’Assemblea ha approvato la politica in materia di remunerazione per il 2015 ai sensi dell’art.  123‐ter del   D. Lgs. 58/98. IN AGENDA: ACQUISTO DI AZIONI ORDINARIE. L’assemblea ordinaria ha autorizzato l’acquisto e disposizione di azioni proprie fino all’Assemblea che approverà il bilancio al 31 dicembre 2015. Si precisa che tale proposta risponde, in coerenza con gli scorsi esercizi, a diversi fini: consentire alla Società di realizzare operazioni quali la vendita, il conferimento e la permuta di azioni proprie per acquisizione di partecipazioni e/o la  conclusione di accordi con partner strategici; permettere alla Società di compiere investimenti che  abbiano oggetto propri titoli; costituire la provvista necessaria a dare esecuzione a piani di stock option. Il numero massimo di azioni acquistabili, tenuto conto delle azioni proprie di volta in volta già  detenute in portafoglio della Società, è 15.000.000 per un potenziale esborso massimo di 300.000.000, ad un prezzo minimo non inferiore al valore nominale dell’azione Recordati (0,125 euro) e  ad un corrispettivo massimo non superiore alla media dei prezzi ufficiali di Borsa delle cinque sedute  precedenti l’acquisto, aumentata del 5%. Gli eventuali acquisti verranno effettuati sui mercati  regolamentati, in conformità a quanto previsto nell’art. 132 del D. lgs. 58/1998 e nel rispetto e  secondo le modalità di cui all’art. 144bis, primo comma, lett.b), del Regolamento Emittenti approvato  con delibera CONSOB n.11971/1999 nonché delle prassi di mercato ammesse e riconosciute da  Consob. Alla data del 13 aprile 2015 la Società detiene in portafoglio n. 4.364.532 azioni proprie,  corrispondenti al 2,087% del capitale sociale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso