Marchionne 141125184604
AZIENDE 16 Aprile Apr 2015 1900 16 aprile 2015

Fca, Marchionne: «Premi sui risultati ai dipendenti»

Via alla nuova politica retributiva. Bonus in busta paga fino a 10.700 euro in 4 anni.

  • ...

Sergio Marchionne.

I dipendenti di Fca in Italia parteciperanno ai risultati dell'azienda. La nuova politica retributiva è stata illustrata ai sindacati dall'aministratore delegato Sergio Marchionne.
«Questo nuovo sistema rappresenta un significativo passo in avanti nel coinvolgimento delle persone per raggiungere i risultati del piano industriale», ha detto Marchionne.
«Se gli obiettivi finali del piano saranno quelli attesi, e sono sicuro che lo saranno, tutti i nostri lavoratori in Italia avranno vantaggi economici di assoluto rilievo, che deriveranno direttamente dal loro lavoro e dal loro impegno».
UN SISTEMA CHE COSTA 600 MLN DI EURO. Il costo totale massimo del nuovo sistema retributivo sarà di oltre 600 milioni di euro. L'obiettivo, spiega Fca, «è far partecipare direttamente tutte le persone ai risultati di produttività, qualità e redditività nell'ambito del piano industriale 2015-2018».
BONUS FINO A 10.700 EURO IN 4 ANNI. In particolare, in caso di raggiungimento dei risultati attesi, un dipendente di livello contrattuale medio come un operaio specializzato guadagnerà fino a 7 mila euro in più in quattro anni. E se le performance dovessero essere addirittura superiori, il bonus potrà crescere fino a 10.700 euro.
«In caso di risultati conformi agli obiettivi, l'erogazione attesa ammonta a euro 1.400 annui per gli anni 2015, 2016 e 2017», ha spiegato Fca, «e cresce fino a 2.800 euro nel 2018».
EROGAZIONE MINIMA DI 330 EURO L'ANNO. In caso di risultato superiore alle attese, queste due erogazioni possono raggiungere rispettivamente 1.900 euro annui nell'arco 2015-2017 e 5 mila euro nel 2018». Anche in caso di mancato raggiungimento di ogni obiettivo, è comunque prevista «un'erogazione minima di 330 euro all'anno. In caso di raggiungimento dei risultati attesi quindi, il dipendente riceverà una somma totale nel quadriennio di oltre 7 mila euro. In caso di performance superiori agli obiettivi il totale dei bonus potrà crescere fino ad un valore nel quadriennio intorno ai 10.700 euro».
ENTUSIASMO DEI SINDACATI. Una vera e propria rivoluzione nelle relazioni industriali, accolta con favore dai sindacati, che alla vigilia della ripresa delle trattative per il rinnovo del contratto collettivo dei lavoratori del Gruppo parlano di «nuova fase». E auspicano che diventi un modello per il Paese.
Marchionne è volato a Torino dopo l'assemblea olandese in cui ha confermato che il gruppo si muove a tutto campo sul fronte delle alleanze, suo chiodo fisso. Nomi non ne fa, ma è il tema su cui è più loquace. «Non ho niente da annunciare, non commento», dice a chi ripropone il nome di General Motors come futuro partner. «C'è tutta una serie di discussioni con molti concorrenti su moltissime cose», aggiunge Marchionne che conferma i target 2015 (consegne mondiali di auto tra 4,8 e 5 milioni, fatturato di 108 miliardi di euro, utile netto tra 1 e 1,2 miliardi). Nessuna ipotesi di quotare altre società, nessuna decisione sul trasferimento in Olanda anche della sede della Ferrari.

Correlati

Potresti esserti perso