Tsipras Juncker 150313213046
CRISI 21 Aprile Apr 2015 1017 21 aprile 2015

Grexit, no secco da Juncker e Draghi

I numeri uno di Bce e Commissione Ue escludono il default di Atene. «Ma deve fare di più».

  • ...

Il premier greco Alexis Tsipras e il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

L'euro non si tocca. Qualsiasi sia lo sviluppo della crisi greca. È questa l'opinione condivisa dal governatore della Banca centrale europea, Mario Draghi, e dal presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker.
«USCITA NON PREVISTA». «L'irrevocabilità dell'euro è parte della cornice istituzionale dell'Ue fin dal trattato di Maastricht», ha sottolineato Draghi in riposta all'interrogazione dell'europarlamentare greco Kostas Chrysogonos, e «l'uscita di un Paese membro dall'Eurozona non è prevista nei trattati».
«NESSUN DEFAULT». Anche per Jean-Claude Juncker la Grecia non uscirà dall'euro. «Siamo pronti a qualsiasi evento, ma escludo al 100% una Grexit», ha assicurato il presidente della Commissione Ue in un'intervista a Politico (che ha avviato il 21 aprile le sue pubblicazioni in Europa), precisando anche che «non ci sarà un default». Juncker ha chiesto però «maggiore chiarezza» ad Atene, che «non collabora come vorremmo».

Correlati

Potresti esserti perso