Economia 21 Aprile Apr 2015 1025 21 aprile 2015

Tesoretto, Bankitalia: meglio non spenderlo

  • ...

Bankitalia Il tesoretto è modesto e dovuto interamente alla minore spesa per interessi, «sia utilizzato per accelerare il riequilibrio della finanza pubblica», dando così «maggiore certezza al percorso verso il riequilibrio». E' la valutazione espressa da Bankitalia durante l'audizione sul Def che chiede quindi di non spenderlo. Lo scenario del Def per il 2015-16 «è plausibile, anche se non esente da rischi a breve termine: i miglioramenti della fiducia devono consolidarsi; l'incertezza sull'esito delle trattative sul programma di aggiustamento del governo greco resta elevata e può indurre volatilità nelle condizioni finanziarie», così Bankitalia in audizione al Senato sul Def. «Le priorità e gli ambiti di azioni azione individuati'' dal governo italiano nel programma delle riforme ''appaiono largamente condivisibili». E' quanto afferma il vice direttore generale di Bankitalia, Federico Signorini al Senato sul Def. Sul Jobs Act - ha aggiunto - «è opportuno che le misure indicate nella legge delega e illustrate nel Piano Nazionale di riforma siano attuate con sollecitudine». In generale, ''la fase attuativa continua a rappresentare uno dei principali punti deboli del processo di riforma in atto''.

Correlati

Potresti esserti perso