Economia 23 Aprile Apr 2015 1323 23 aprile 2015

Mutui, sfida a colpi di promozioni

  • ...

Sconti sulle bollette, polizze auto gratuite, buoni acquisto nei centri commerciali. Ecco alcuni esempi di offerte promozionali che alcune banche italiane hanno deciso di collegare ai mutui-casa, i quali stanno mostrando grandi segni di ripresa sul mercato italiano. Mentre c' è stata di recente una discesa sotto lo zero del tasso Euribor (da cui dipende il costo dei finanziamenti a interessi variabili), le domande di mutuo viaggiano in Italia con il vento in poppa: a marzo, secondo le rilevazioni di Crif, sono cresciute di circa il 49% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Per cogliere la palla al balzo, molti istituti di credito stanno ora cercando di accaparrarsi nuovi clienti con diverse promozioni: alcune sono partite da pochi giorni, altre sono vicine alla scadenza. Ecco una panoramica di cosa offre il mercato, con un'avvertenza: prima di farsi allettare da queste offerte, è bene leggerne con attenzione i regolamenti, facilmente reperibili nel sito web della banca. Spesso, infatti, ci sono dei limiti e delle clausole che vanno tenute d'occhio.

Guinaluca Borrelli IL MUTUO CON LO SCONTO SULLA BOLLETTA. L'ultimo, in ordine di tempo, a lanciare una promozione legata ai nuovi mutui è stato il gruppo Cariparma Credit Agricole, che in in Italia controlla anche Carispezia e Friuladria. Chi decide di indebitarsi per comprar casa (entro il 30 aprile 2016) ha l'occasione di sottoscrivere il Gran Mutuo Green che include uno sconto sulla bolletta della luce. In pratica, per i primi 12 mesi del piano di ammortamento, i mutuatari che scelgono Edison Energia come gestore dell'elettricità (con il contratto Edison24Family) ricevono una fornitura gratuita fino a un massimo di 250 euro all'anno. Se nell'arco di 12 mesi la fatturazione dovesse risultare inferiore a questo importo, l’eventuale differenza non goduta andrà tuttavia persa e non potrà essere rimborsata nell'anno successivo, sotto nessuna forma. Il Gran Mutuo Green ha un tasso d'ingresso dell'1,82% e una rata che resta fissa per i primi due anni: su 100mila euro di finanziamento, per esempio, il debitore paga 499 euro ogni 30 giorni, per 24 mesi consecutivi. Poi, al termine del secondo anno, la rata sarà determinata secondo le condizioni contrattuali stabilite già oggi: sempre nel caso di un finanziamento da 100mila euro con scadenza a 20 anni, per esempio, chi sceglie il piano di ammortamento a tasso fisso dovrà sborsare una cifra di 572euro circa al mese.

Deutsche Bank INTERESSI “REGALATI” (PER UN ANNO). Tra le offerte promozionali in scadenza tra pochi   giorni, c'è invece quella di Deutsche Bank, che è destinata a chi richiede un mutuo entro il 30 aprile e stipula l' atto di compravendita non dopo il 31 ottobre. Per il primo anno del piano di rimborso, la banca restituisce gli interessi passivi sul debito, fino a un massimo di 5mila euro, seppur con una modalità particolare. Il mutuatario paga regolarmente le rate del finanziamento e Deutsche Bank provvede a rimborsare gli interessi sotto forma di buoni-acquisto, da spendere in una serie di   esercizi commerciali convenzionati. Dunque, chi aderisce alla promozione non riceve in realtà dei soldi “freschi” sul conto corrente, ma ha soltanto l'occasione di risparmiare un bel po' di euro quando fa shopping o va a fare la spesa.

Intesa San Paolo LA POLIZZA AUTO IN OMAGGIO. Un'altra promozione vicina alla scadenza è quella di IntesaSanpaolo, che regala per un anno una polizza Rc Auto a chi chiede un mutuo entro il prossimo 30 aprile e stipula l'atto di compravendita prima del 31 dicembre 2015. La copertura assicurativa proposta dalla banca, che si chiama ViaggiaConMe e viene emessa dalla compagnia del gruppo IntesaSanPaoloAssicura, garantisce soltanto una protezione contro gli incidenti stradali e i servizi di assistenza-base sul veicolo. Sono invece escluse le tutele accessorie come le coperture contro l'incendio e il furto, che sono facoltative ma restano a carico del cliente. La polizza non decorre necessariamente dal momento in cui viene erogato il mutuo ma può essere sottoscritta entro i 12 mesi successivi all'inizio del piano di rimborso del debito, non appena scade la vecchia polizza auto del cliente, purché sia stata sottoscritta con un'altra compagnia . Non può infatti usufruire della promozione chi ha una macchina già assicurata con il gruppo IntesaSanpaolo.

Unicredit NEO ASSUNTI E INDEBITATI. Da Unicredit, invece, nelle ultime settimane non è arrivata una vera e propria promozione commerciale ma una promessa: chi verrà assunto con nuovi i contratti a tutela crescente previsti dal Jobs Act, cioè la riforma del lavoro del governo Renzi, avrà le stesse chance di accendere un mutuo di un collega più anziano che beneficia ancora delle vecchie protezioni contro i licenziamenti. Va ricordato, infatti, che i nuovi contratti a tutela crescente sono sì a tempo indeterminato, ma non prevedono la possibilità della riassunzione (ai sensi dell'articolo 18 dello Statuto del Lavoratori), qualora il dipendente venga lasciato a casa senza un valido motivo. Se il licenziamento viene dichiarato illegittimo dal tribunale, il lavoratore avrà infatti diritto soltanto a un indennizzo in denaro, proporzionale agli anni di carriera. Quest'ultimo dettaglio, tuttavia, per   Unicredit è poco importante. La banca guidata da Federico Ghizzoni ha infatti comunicato che tratterà allo stesso modo tutti i dipendenti assunti a tempo determinato (con i vecchi o con i nuovi   contratti): se hanno i requisiti di reddito per ottenere un mutuo dalla banca, potranno averlo senza problemi.

Correlati

Potresti esserti perso