Economia 27 Aprile Apr 2015 1809 27 aprile 2015

Piazza Affari chiude in rialzo: +1,62%

  • ...

Piazza Affari a Milano Piazza Affari archivia la seduta in buon rialzo, sfruttando la spinta arrivata a metà giornata dalla notizia che il primo ministro greco Alexis Tsipras ha rinnovato la squadra dei tecnici incaricati di negoziare la ristrutturazione del debito con i creditori internazionali Ue e Fmi. L'annuncio ha dato più fiducia ai mercati sull'evoluzione delle trattative, facendo migliorare tutti gli indici europei. A livello locale singoli spunti sono arrivati da Mediaset, sempre al centro di speculazioni su un interesse per il gruppo, e da Saipem, trainata dalla trimestrale. L'indice FTSE Mib chiude in rialzo dell'1,62%, l'AllShare sale dell'1,59%. Volumi nel finale per un controvalore di circa 3,7 miliardi di euro. A livello europeo il benchmark FTSEurofirst 300  guadagna lo 0,85%. CORRE MEDIASET +8,2%. Mediaset mette a segno un progresso dell'8,2% sull'onda di nuove indiscrezioni di stampa che ipotizzano un interesse da parte di Vivendi, oltre che per la corsa della controllata Mediaset Espana sulle prospettive di crescita della pubblicità in Spagna. Decisamente ben intonata anche Saipem, che con un +6,6% festeggia la crescita di utile netto ed Ebit nel primo trimestre e la conferma della guidance per il 2015. Sul fronte opposto cede l'1,9% Telecom Italia con un trader che cita il downgrade di una banca d'affari estera. Anche Ferragamo paga con un calo del 2,5% la riduzione di giudizio da parte di un broker italiano, aggiunge l'operatore. Dopo una mattinata debole recuperano decisamente terreno le banche, con l'indice italiano di settore in progresso del 2,1%. Rialzi superiori al 2% per le due big Intesa SanPaolo e Unicredit. Balza del 4,6% Mediolanum, promossa a "accumulate" da Banca Akros. BENE SALINI IMPREGILO. Fuori dal paniere principale, Salini Impregilo avanza di oltre il 5% sulla scia di un accordo in Papua Nuova Guinea da 2 miliardi. Sias chiude con un progresso del 6,7% dopo che Equita ne ha alzato il target price.     Brilla con un +6% EEMS nel giorno dell'assemblea che ha approvato a maggioranza la riduzione del capitale per perdite e l'aumento riservato a Gala Holding, operazioni condizionate all'omologa del concordato preventivo. Progresso a due cifre (oltre +12%) per Mediatech. In forte denaro anche Fiera Milano, oltre +11%, e Fnm, +7,9%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso