Borsa 130627094709
MERCATI 28 Aprile Apr 2015 0912 28 aprile 2015

Borsa, Piazza Affari e spread live del 28 aprile 2015

Milano chiude a -1,15%. Differenziale Btp-Bund stabile a 118 punti.

  • ...

Una seduta di Borsa.

Piazza Affari in negativo nella seduta del 28 aprile, con il Ftse Mib che ha chiuso a -1,15% a 32.532 punti. Negative anche le altre Borse europee.
A Milano resta sotto i riflettori Mediaset. Deboli le banche con Ubi in ribasso del 2%, Mps dello 0,17% e Intesa Sanpaolo dello 0,76%.
SPREAD STABILE. Stabile lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna quota 118 punti contro i 119 della chiusura precedente. Il rendimento espresso è pari a 1,34%.
TOKYO IN RIALZO. Seduta 'tiepida' in Asia con Tokyo che ha chiuso in rialzo dello 0,38% mentre si sono mosse in calo Hong Kong, Shanghai e Seul. L'attesa è per le decisioni della Federal Reserve sui tassi e le previsioni sono per un rialzo.

17.32 - MILANO CHIUDE A -1,15%. Piazza Affari ha chiuso la seduta con il segno meno. Il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in ribasso dell'1,15% a 23.532 punti.

17.04 - SALE LA BORSA DI ATENE: +1,4%. Seduta positiva per la Borsa di Atene (+1,4%), in controtendenza rispetto ai listini del Vecchio Continente, mentre il rendimento dei titoli di stato ellenici a due anni è sceso al 19,61%, in calo di circa 146 punti base. In un'intervista televisiva ieri il premier Alexis Tsipras non ha escluso la possibilità di sottoporre a referendum un eventuale accordo con i creditori, nel caso in cui si discosti dalle promesse della campagna elettorale. Nell'apertura il mercato sembra leggere la disponibilità di Tsipras a trovare un'intesa con la ex troika.

16.20 - LE BORSE EUROPEE PEGGIORANO. Si appesantisce la seduta delle borse europee dopo il dato sulla fiducia dei consumatori Usa, sceso inaspettatamente a 95 punti ad aprile. Milano cede l'1,17% preceduto da Parigi (-1,92%), Francoforte (-1,71%) e Londra (-1,24%), indebolita dai dati sul pil della Gran Bretagna nel primo trimestre. In rosso anche Wall Street con il Dow Jones che cede lo 0,37% e il Nasdaq che perde lo 0,83%.

16.14 - WALL STREET AMPLIA LE PERDITE. Wall Street amplia le perdite dopo il calo inatteso della fiducia dei consumatori. Il Dow Jones perde lo 0,40% a 17.966,03 punti, il Nasdaq cede lo 0,85% a 5.016,46 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,2% a 2.106 punti.

15.37 - WALL STREET APRE IN POSITIVO. Apertura in territorio positivo per Wall Street alla vigilia della Fed e della stima sul Pil. Il Dow Jones è salito dello 0,16% a 18.066,06 punti, il Nasdaq è avanzato dello 0,02% a 5.061,20 punti mentre lo S&P 500 è rimasto invariato a 2.109 punti.

13.25 - EUROPA DEBOLE, MILANO -0,9%. Arrivano affaticate a metà seduta le borse europee, con Parigi che cede l'1,2% e Londra e Francoforte lo 0,86%. Non fa eccezione Milano (-0,9%), sui minimi di giornata. Ha deluso il dato sul Pil inglese ma sul mercato pesano anche l'aumento annunciato da Commerzbank e alcune trimestrali non esaltanti. Ieri Tsipras si è detto fiducioso su un accordo sul debito greco e non ha escluso di sottoporlo a un referendum. A Piazza Affari soffrono Ubi Banca (-2,61%), Stm (-2,15%) e Fca (-2,02%).

11.43 - MILANO FIACCA: -0,12%. Piazza Affari appare fiacca. Il Ftse Mib cede lo 0,12% con vendite a pioggia tra banche e industriali. Maglia nera a Ubi Banca (-2%), seguita da Intesa Sanpaolo (-0,76%) e Mps (-0,17%). Deboli anche Pirelli (-0,26%), Fca (-1,5%) e Finmeccanica (-0,9%). In controtendenza rispetto all'indice Azimut guadagna l'1,3%, Telecom lo 0,94% e Mediaset, su cui restano puntati i riflettori dopo le indiscrezioni su un possibile interesse di Vivendi, che guadagna lo 0,3%.

11.14 - PIENO IN ASTA BOT 6 MESI. Il Tesoro ha venduto il Bot semestrale ottobre 2015 ad un rendimento pari a zero, collocando tutti i 6,5 miliardi di euro offerti a fronte di una domanda quasi doppia. Lo comunica Bankitalia.

9.54 - MILANO IN CALO: -0,2%. I listini delle principali Borse europee dopo un avvio incerto scivolano in terreno negativo. Milano cede lo 0,2%, Londra lo 0,35%, Parigi lo 0,5%. Tiene solo Madrid (+0,04%). Pesano le trimestrali dei grandi gruppi che hanno deluso le attese degli investitori.

Correlati

Potresti esserti perso