Economia 29 Aprile Apr 2015 1624 29 aprile 2015

Expo, accordo tra Amsa e sindacati

  • ...

expo 2015_bandiera Accordo per il potenziamento dell’attività di raccolta rifiuti e igiene, sia nell’area del sito espositivo di Expo, sia nel resto del territorio milanese, per l’intera durata dell’Esposizione Universale. E' questo in sintesi il frutto dell'accordo firmato da Amsa, assistita da Assolombarda, con le organizzazioni sindacali (FP CGIL, FIT CISL, UIL TRASPORTI e FIADEL) e il Coordinamento RSU, un’intesa, valida fino al 1° novembre 2015. PREVISTO UN AUMENTO DEL PERSONALE: 340 ASSUNZIONI. L'intesa prevede anche un incremento di personale - 340 persone fino a un massimo di 420 - inserito attraverso le forme contrattuali di flessibilità definite a livello regionale, al quale saranno dedicati specifici corsi di formazione. L’accordo prende spunto dall’Avviso Comune Regionale “Expo e Lavoro”, sottoscritto lo scorso 5 giugno, con il quale Regione Lombardia e le Parti sociali regionali hanno individuato obiettivi e misure specifiche atte a favorire lo sviluppo economico connesso all’Esposizione Universale e, al contempo, a sostenere e promuovere l’occupazione. Infine, considerata la straordinarietà dell’evento, le parti coinvolte hanno condiviso, da un lato, la necessità di riorganizzare i servizi, in termini di orari di lavoro, stabilendo un premio di presenza per i lavoratori coinvolti al fine di valorizzare l’impegno di ciascuna risorsa e garantire la copertura necessaria durante l’Expo. E, dall’altro, di istituire una “Cabina di Regia Expo”, composta dal coordinamento della RSU di Amsa, da un rappresentate di ciascuna sigla sindacale stipulante il CCNL e da una delegazione datoriale, con l’obiettivo congiunto di monitorare l’andamento del servizio durante l’evento e prevenire eventuali controversie. SODDISFAZIONE DI ASSOLOMBARDA E AMSA. «Expo rappresenta un’occasione straordinaria per promuovere l’immagine del Paese e del suo tessuto produttivo – ha dichiarato Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Assolombarda –. Un evento di rilevanza internazionale che deve trovarci pronti. In quest’ottica si è convenuto sull’opportunità di sottoscrivere, anche a livello aziendale, specifici accordi - quello di Amsa ne è un esempio - che rafforzino il modello di Relazioni Industriali esistenti. In particolare con questa intesa abbiamo raggiunto un indirizzo condiviso che, da un lato favorisce l’inserimento lavorativo, attraverso strumenti come la Dote Unica Lavoro e Garanzia Giovani, e dall’altro risulta capace di offrire soluzioni concrete alle esigenze che emergeranno durante l’Expo». «Siamo particolarmente soddisfatti dell’intesa raggiunta con le organizzazioni sindacali aziendali per definire i vari aspetti del lavoro di Amsa, durante i sei mesi di Expo, sia presso il sito espositivo che in tutta la città, in previsione dei milioni di visitatori attesi a Milano – ha dichiarato Emilia Rio, Presidente di Amsa Gruppo A2A –. Riteniamo infatti che solo un approccio unitario e condiviso fra azienda e parti sociali consenta di affrontare al meglio un impegno così straordinario e delicato per contribuire, nel campo che ci compete della raccolta dei rifiuti e della pulizia della città, al buon esito della manifestazione. Il merito di essere stati fra i primi a chiudere l’accordo sul lavoro per Expo va senz’altro ascritto al grande senso di responsabilità del vertice Amsa e dei rappresentanti dei lavoratori».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso