Tsipras Juncker 150313213046
CRISI 2 Maggio Mag 2015 1133 02 maggio 2015

Grecia, Juncker: «Non sarà default»

Il presidente della Commissione Ue però ribadisce: «Poca chiarezza sui programmi».

  • ...

Il premier greco Alexis Tsipras e il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker.

È corsa contro il tempo per salvare la Grecia ed evitare all'euro uno choc da cui sarebbe difficile riprendersi.
Nonostante le misure messe in atto da Atene non soddisfino Bruxelles, nessuno ha intenzione di toccare con mano gli effetti di una Grexit.
«CAMMINO LUNGO». Le parole del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, pubblicate sul sito tedesco Rp.online, lo dimostrano: «La Grecia ha ancora un lungo cammino davanti. Non abbiamo ancora chiarezza sui concreti progetti di riforma, ma va nella giusta direzione. Ciò che posso dire ora è che in Grecia non ci sarà default: è e resta parte integrale dell'Eurozona».
Per Juncker «la Grecia deve mantenere gli impegni presi con l'Eurogruppo e senza dubbio impegnarsi in una politica fiscale e finanziaria credibile e sostenibile. Se vogliono attuare le promesse elettorali, devono essere finanziate di conseguenza».
DIJSSEBLOEM A ROMA L'8 MAGGIO. La situazione greca rimane centrale nell'agenda europea. Il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha in programma una serie di viaggi a Parigi, Berlino e Roma fra il 6 e l'8 maggio «per discutere il futuro dell'Unione economica e monetaria, ed altre questioni aperte che riguardano l'Eurogruppo, inclusa la situazione in Grecia».
Dijsselbloem, con i presidenti di Commissione e Consiglio Ue Juncker e Donald Tusk, e quello della Bce Mario Draghi, sta lavorando a un rapporto - atteso per giugno - su un coordinamento più stretto delle politiche economiche e una migliore governance economica nell'area euro.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso