Consob Vegas 130926092951
ALLARME 11 Maggio Mag 2015 1453 11 maggio 2015

Vegas: «La liquidità immessa dal Qe potrebbe portare al rischio di bolle speculative»

Il numero uno della Consob mette in guardia: «Consolidate attese di inversione, ma restano timori greci».

  • ...

Il presidente della Consob, Giuseppe Vegas.

La cospicua iniezione di liquidità predisposta dal presidente dalla Banca centrale europea con il Quantitative esing potrebbe portare al rischio di bolle speculative.
L'allarme è stato lanciato dal presidente della Consob, Giuseppe Vegas, nel corso dell'incontro annuale con il mercato che si è tenuto all'Expo. «L'enorme liquidità affluita sui mercati borsistici ha contribuito a innalzare in maniera repentina il valore» delle azioni, ha spiegato Vegas, portando a una «crescita del rapporto prezzo-utili» che potrebbe segnalare «il rischio» di «bolle speculative».
«ATTESE CONSOLIDATE». Nel suo discorso, Vegas ha sottolineato come l'intervento della Bce «ha consolidato le attese di una rapida inversione delle fase ciclica e ha fortemente attenuato la percezione del rischio sovrano, soprattutto per i Paesi periferici dell'Eurozona».
«POSSIBILE CONTAGIO DA GRECIA». «Resta tuttavia» - ha sottolineato Vegas - «il timore di possibili effetti di contagio derivanti dalle continue tensioni in Grecia». L'insieme delle condizioni macroeconomiche favorevoli, ha aggiunto, «dovrebbe portare a una ripresa di consumi e investimenti e riattivare la domanda di credito». Dall'inizio dell'anno, ha ricordato ancora Vegas, il mercato azionario è cresciuto del 22,6% in Italia contro il +19,4% della Germania e il +19,1% della Francia. Tuttavia, se gli indici italiani si sono riportati al di sopra del valore che avevano nel 2011, quando è esplosa la crisi del debito sovrano, «sono ancora inferiori del 40% rispetto ai valori raggiunti nel 2007», prima dello scoppio della crisi finanziaria, a causa «in larga parte dell'andamento negativo del settore bancario».

Correlati

Potresti esserti perso