Yanis Varoufakis Grecia 150223154529
CRISI 26 Maggio Mag 2015 1848 26 maggio 2015

Grecia, le scadenze impossibili dei rimborsi

Da 1,6 miliardi al Fmi a giugno ai 3,2 mld alla Bce ad agosto. Atene senza liquidità.

  • ...

Il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis.

La liquidità della Grecia è finita. E lo spauracchio di un'uscita del Paese dall'euro è sempre più reale.
ACCORDO IN SALITA. Nonostante il ministro delle Finanze ellenico Yanis Varoufakis abbia annunciato che Atene pagherà la rata da 312 milioni dovuta al Fondo monetario internazionale (Fmi) il 5 giugno, la strada per l'accordo coi creditori è tutta in salita.
NON CI SONO SOLDI. La Grecia, infatti, ha usato delle 'misure-tampone' finora per rimborsare il Fmi. Ma le prossime scadenze rendono apparentemente impossibile rispettare i tempi dei pagamenti, perché «i soldi non ci sono», come ha ammesso il ministro dell'Interno Nikos Voutsis.
Ecco le prossime date dei rimborsi che Atene deve affrontare:

5 GIUGNO: rimborso di una rata da 312 milioni al Fmi.

12 GIUGNO: rimborso seconda rata da 330 milioni al Fmi.

16 GIUGNO: rimborso terza rata da 600 milioni al Fmi.

19 GIUGNO: rimborso quarta rata da 330 milioni al Fmi.

13 LUGLIO: rimborso quinta rata da 450 milioni al Fmi.

20 LUGLIO: il governo Tsipras deve rimborsare alla Bce 3,5 miliardi di euro di titoli detenuti da Francoforte in scadenza.

1 AGOSTO: rimborso sesta rata da 200 milioni al Fmi.

20 AGOSTO: rimborso di altri 3,2 miliardi di titoli detenuti dalla Bce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati