Economia 12 Giugno Giu 2015 1808 12 giugno 2015

Piazza Affari termina in calo: -1,27%

  • ...

Borsa Milano La nuova schiarita sulla questione greca aiuta i mercati azionari a chiudere ben sopra i minimi di seduta anche se, dopo una settimana di estrema volatilità, la cautela regna sovrana. Se nel pomeriggio ha tenuto banco il timore di un default della Grecia, dopo l'abbandono del tavolo delle trattative da parte del Fondo Monetario Internazionale, nell'ultima frazione di seduta le dichiarazioni di un funzionario del governo greco secondo cui si è più vicini che mai a un accordo hanno consentito un parziale recupero delle perdite.  L'indice FTSE Mib e l'Allshare hanno chiuso in calo dell'1,27% dopo aver superato anche -2% in seduta. Volumi per 2,97 miliardi di euro. In linea Londra , Francoforte e Parigi. FINMECCANICA IN CONTROTENDENZA. Finmecanica si è mossa in netta controtendenza e con volumi quasi doppi rispetto alla media dell'ultimo mese. Alla decisione di Barclays di alzare il target price a 12 euro da 8, i trader aggiungono un report di Roland Berger secondo cui i tagli alla spesa per la difesa stanno arrivando alla fine a causa del deterioramento della situazione geopolitica. BRILLA IL LUSSO CON TOD'S E FERRAGAMO. Brilla Tod's : i trader citano un report positivo sul titolo da parte di un broker italiano. Un trader spiega inoltre che la trimestrale annunciata oggi da Prada mostra una difficoltà generalizzata di tutto il lusso nell'area cinese e non specifica di Tod's e questo può aver favorito qualche ricopertura sul titolo. Nel lusso tiene anche Ferragamo. IN CALO MPS Tra bancari generalmente deboli spicca Mps che cede oltre 3% nell'ultimo giorno dell'aumento di capitale. Particolarmente debole anche Ubi Banca. Chiude poco mossa Saipem grazie anche a una promozione a 'neutral' da 'sell' da parte di Ubs, nonostante un settore energia europeo generalmente debole.

Correlati

Potresti esserti perso