Drone Piaggio 130701100351
ACCORDO 16 Giugno Giu 2015 1915 16 giugno 2015

A Grazzanise al via i test del drone Piaggio

L'aeronautica mette lo scalo casertano a disposizione della società ligure. Che si impegna a investire per riqualificare.

  • ...

Il drone Hammerhead a turboelica della Piaggio.

Dopo la prima fase di testing nella base aeronautica di Birgi, a Trapani, il P1.HH, il drone di piaggio Aerospace, è pronto a volare nei cieli di Grazzanise, in provincia di Caserta.
CONSEGNA ENTRO IL 2015. Entro il 2015, infatti, l'azienda ligure si è impegnata a consegnare il primo sistema - due velivoli senza pilota e una stazione di controllo a terra - all'aeronautica, cliente di lancio del drone made in Italy.
Ma per ottenere le certificazioni necessarie nei tempi prestabiliti l'aereo deve intensificare le ore di volo, cosa difficile da fare nella base siciliana, finora utilizzata per i test, perché vi transitano anche aerei civili.
UN VECCHIO HANGAR. La soluzione è arrivata da un accordo, che Lettera43.it è in grado di anticipare, siglato a Le Bourget tra l'aeronautica e la società, partner ormai ben collaudati nel lavoro comune sul P1.HH.
L'aeronautica mette a disposizione la base di Grazzanise, un vecchio hangar nel cuore della terra dei fuochi, e l'azienda si è impegnata a riqualificarlo per poter procedere con i voli e aumentare le ore di prova.
L'investimento economico necessario a rimettere in sesto lo scalo militare per ora non è stato quantificato.
IL 98,5% DEGLI ARABI. Da aprile 2014, dopo l'ingresso nel capitale della società degli arabi di Mubadala, fondo di investimenti di Abu Dhabi che ora detiene il 98,5% dell'azienda, Piaggio ha investito molto sul suo programma militare ed entro il 2015 il primo drone realizzato in Italia dovrebbe vedere la luce.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso