Economia 18 Giugno Giu 2015 1658 18 giugno 2015

Banca Centrale San Marino, presidente lascia

  • ...

Dimissioni per il presidente di Banca Centrale di San Marino. Il professore Renato Clarizia ha comunicato ai Capitani Reggenti, i capi di Stato sammarinesi, ai membri del Congresso di Stato, ai componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale della Banca la volontà di rassegnare le dimissioni dalla carica dal primo agosto, carica che sarebbe arrivata a naturale scadenza il 15 dicembre. "Le dimissioni del dottor Mario Giannini da Direttore Generale e quelle di altri importanti esponenti della Banca non consentono - ha spiegato Clarizia - di poter portare a compimento con serenità e proficuità il mandato. In un mese e mezzo sarà possibile individuare persone che siano in grado di ricoprire le cariche di presidente e di direttore generale in maniera adeguata e all'altezza delle rispettive responsabilità". Clarizia ha ringraziato tutti coloro che lo hanno supportato in questi anni, tutti coloro che hanno collaborato rendendo possibile il raggiungimento degli importanti obiettivi conseguiti, augurando al Paese di proseguire nel cammino virtuoso intrapreso. L'ex direttore Giannini è indagato dalla magistratura sammarinesi per l'omessa segnalazione di un trasferimento dal Giappone da 6 miliardi di dollari attraverso un conto in Bcsm. Il presidente dimissionario Clarizia non è stato coinvolto in alcuna indagine penale.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso