Angela Merkel 150424103944
APERTURA 18 Giugno Giu 2015 1014 18 giugno 2015

Grecia, Merkel: «Rinnovare gli sforzi perché resti nell'euro»

La cancelliera in vista dell'Ecofin: «Accordo con Bce, Fmi e Ue ancora possibile».

  • ...

La cancelliera tedesca, Angela Merkel.

Berlino tende la mano ad Atene. «Gli sforzi della Germania restano tesi a che la Grecia rimanga nell'eurozona», ha assicurato Angela Merkel parlando al Bundestag, il parlamento tedesco, in un intervento sul quale, a ridosso dell'Ecofin, si era concentrata l'attenzione dei media. «Vogliamo che la gente in Grecia, come accaduto alla gente in Irlanda, Portogallo e Spagna, abbia una prospettiva migliore».
ACCORDO CON LE ISTITUZIONI ANCORA POSSIBILE. «Un accordo con le tre istituzioni è ancora possibile», ha spiegato la cancelliera, sottolineando che si tratta di un «presupposto decisivo» per il proseguimento del programma di salvataggio.
«Sono ancora convinta di questo: dove c'è la volontà c'è anche una strada. Se chi ha la responsabilità politica in Grecia ha questa volontà, un accordo con le tre istituzioni è ancora possibile», ha proseguito. Nel suo discorso Merkel ha però ricordato che la solidarietà europea va sempre di pari passo con la responsabilità dei singoli Paesi, e che è sempre valso il principio «aiuti in cambio di sforzi».
«L'EURO È PIÙ DI UNA VALUTA». «L'euro è sempre stato più di una valuta», ha continuato Merkel.
«La decisione di una moneta unica rappresenta ed ha rappresentato l'unificazione europea come nessun'altra decisione europea. Per questo è giusto e irrinunciabile aver riflettuto e riflettere molto attentamente su tutti i passi nel caso della Grecia».
«Negli ultimi 5 anni», ha aggiunto la cancelliera in un passaggio sottolineato da un applauso dei parlamentari, «la Grecia ha rappresentato una misura senza precedenti della solidarietà europea».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati